29 - 03 - 2017

Essere Padre, Madre e Figli



logo CSVEssere padre, madre e figli non si impara a tavolino, ma vivere meglio e con più consapevolezza ruoli e legami familiari può migliorare la qualità delle relazioni.
Tanto più quando il disorientamento cresce, tra genitori che fanno fatica ad essere autorevoli e figli che mancano di punti di riferimento significativi.
L’Associazione pesarese “Aig – Servizi per l’infanzia, l’adolescenza e per il sostegno alle funzioni genitoriali” organizza tre incontri sul tema “Il legame sociale e la famiglia” che si terranno a Palazzo Gradari (via Rossini, 36) a Pesaro, dalle 17.00 alle 19.00. Gli appuntamenti sono gratuiti ed aperti a tutti.

Inaugura gli incontri il dott. Giorgio Tonelli, psichiatra e psicoanalista, sul tema “Il padre”, sabato 28 febbraio p.v. Si prosegue con “La Madre”, tema affrontato sabato 14 marzo dal dott. Igor Jason Fradelloni, psicologo e psicoanalista. La dott.sa Silvia Tonelli, psicoterapeuta e psicoanalista, concluderà gli approfondimenti con una relazione su “Il figlio”.

“Nel nostro lavoro all’interno delle scuole – dice il presidente dall’Aig, dott. Fradelloni – siamo stati più volte sollecitati a dare risposte e orientamenti su come vivere i legami familiari, i diversi ruoli educativi. Da qui è nata l’idea di offrire semplici incontri nei quali dialogare sulla quotidianità familiare per poter costruire buone norme. C’è un forte disorientamento nei genitori, tra i figli e inevitabile è la ricaduta nella società intera. Sembrano venir meno le competenze e l’autorevolezza, ma è possibile ricostituire i rapporti in modo soddisfacente”.

L’Aig – associazione senza fini di lucro – ha come scopo la promozione di attività e interventi concernenti la formazione sui temi del disagio e delle difficoltà nella relazione educativa. Il ciclo di incontri è rivolto sia a chi si occupa professionalmente di pratiche di cure psicologiche sia a coloro che abbiano qualche tipo di interesse al legame sociale, a genitori, figli, operatori sociali. “A quella evidenza – sottolinea Fradelloni – in fondo misteriosa, che gli uomini vivono in società più o meno numerose a partire da un nucleo apparentemente minimale che è la famiglia”.

Per informazioni: aig@ipoint.it – cell. 338 3099148

Lascia un commento...