13 - 12 - 2017

Abbazie e monasteri nelle Marche



Monachesimo nelle Marche

Monachesimo nelle Marche

Abbiamo scelto di avventurarci in una serie di itinerari alla scoperta delle abbazie marchigiane, per riscoprire le bellezze e l’alone di mistero di cui sono circondati, da circa 1.500 anni, gli ordini monastici. Parliamo in particolare dei benedettini, con tutte le loro derivazioni (cistercensi, camaldolesi, silvestrini, olivetani, eccetera), ma non solo. Recenti ricerche hanno accertato la presenza nel territorio marchigiano di quasi cento abbazie, sorte durante il periodo di massima espansione del monachesimo. Abbiamo suddiviso gli edifici-gioiello di cui le Marche sono ricche in cinque itinerari (con quattro luoghi visitabili ognuno), uno per ciascuna provincia (considerando anche la neonata provincia di Fermo). Brevemente andiamo ad illustrare questi itinerari, con la promessa in futuro di riparlarne più approfonditamente.

Mappa del monachesimo nelle Marche

Mappa del monachesimo nelle Marche

PESARO-URBINO. Si va dall’abbazia benedettina di san Michele Arcangelo di Lamoli, vicino Borgo Pace (incantevole borgo al confine tra Marche, Umbria e Toscana), all’abbazia di santa Maria del Mutino a Piandimeleto (località Monastero). Spostandosi sul versante della Val Metauro, da visitare l’abbazia di santa Maria Nuova di Naro a Cagli (località Abbadia) e l’abbazia di santa Croce di Fonte Avellana, vicino Serra Sant’Abbondio (ne abbiamo già parlato in passato su Viaggispirituali.it).

ANCONA. Altri quattro luoghi di culto da visitare: a Serra San Quirico l’abbazia di sant’Elena, a Fabriano (località Valdicastro) l’abbazia di San Salvatore in Valdicastro. Sempre a Fabriano il monastero di san Luca, e a Genga l’abbazia di san Vittore delle Chiuse.

MACERATA. Quattro paesi, con relative abbazie, da visitare: a Tolentino l’abbazia di santa Maria di Chiaravalle di Fiastra (ne abbiamo già parlato su Viaggispirituali.it nell’itinerario anconetano e maceratese della Terra dei Fioretti). A Sarnano (località Piobbico) l’abbazia di santa Maria e san Biagio, a Cingoli la chiesa di sant’Esuperanzio e ad Apiro, borgo “tra cielo e terra” al confine tra le province di Ancona e Macerata, l’abbazia di sant’Urbano.

FERMO. Nella neonata provincia di Fermo, costituita sulle ceneri gloriose della Marca Fermana, abbiamo in agenda l’abbazia dei santi Rufino e Vitale ad Amandola, l’eremo di san Leonardo al Volubrio a Montefortino, e sempre nella stessa località il santuario della Madonna dell’Ambro, retto dai frati minori cappuccini e meta di tantissimi fedeli. Infine ad Ortezzano abbiamo la chiesa di santa Maria del Soccorso.

ASCOLI PICENO. Nell’ascolano abbiamo modo di spaziare in tutto il territorio provinciale. Partendo dal versante orientale, facciamo tappa ad Offida, dove uno dei tanti gioielli è l’abbazia di santa Maria della Rocca, nel centro storico del paese. Ad Ascoli Piceno da vedere la chiesa di Sant’Angelo Magno, mentre spostandosi verso l’appennino umbro-marchigiano, al confine tra Marche, Umbria, Lazio e Abruzzo, troviamo ad Acquasanta Terme (località Valledacqua) l’abbazia di San Benedetto in Valledacqua. Infine, a Montemonaco da non perdere la chiesa di san Lorenzo in Vallegrascia.

Informazione dettagliate, con foto, video, itinerari e dettagli storici, sul sito www.cmesinofrasassi.it

Commenti

Un commento in “Abbazie e monasteri nelle Marche”
  1. Nadia scrive:

    Oggi 24/2/17 il FAI ha reso noto i risultati dell’ottavo censimento i Luoghi del Cuore e l’abbazia di Lamoli è risultata 36esima su oltre 33000 siti segnalati, con 8605 voti, un impresa da giganti considerato l’esiguo numero di abitanti del paese (non più di 100)

Lascia un commento...