28 - 05 - 2017

Anarchici Contro il Muro



anarchici contro il muroFano
Giovedì 9 aprile 2009 – ore 18.00
Tsumud: Persistere nella resistenza contro l’Occupazione
presso Sala della Pace,
Via Rinalducci, 11
per ulteriori informazioni: fdcafano@fdca.it

5-15 aprile: Giro di conferenze in Italia di un
Anarchico Contro il Muro

Anarchici Contro il Muro (ACIM) nasce nel 2003 – un anno dopo l’inizio della costruzione del muro della separazione (o muro dell’Aparthied) da parte di Israele – nel campo di protesta durato 4 mesi e formato da attivisti palestinesi, israeliani ed internazionali nel villaggio di Mas’ha, che stavo per perdere le terre a causa del passaggio del muro.

Questo campo è diventato il punto focale per una nuova forma di lotta: unitaria, civile, a democrazia diretta, su base territoriale – di fatto una terza intifada conosciuta come “l’Intifada del Muro”. Sebbene forti solo di pochi attivisti israeliani, gli ACIM presero parte intensamente a questo nuovo sviluppo insieme ad un numero sempre più alto di villaggi palestinesi le cui condizioni di vita erano minacciate dal passaggio del muro: da Mas’ha a Budrus, da Bil’in a Jayyous, da Ni’ilin a Um Salmuna, e così via, in uno schema di azione diretta e di lotta unitaria che prosegue tutt’oggi.

Nonostante la sua natura non violenta, l’Intifada del Muro prosegue con un prevedibile ed alto costo sul piano umano: a febbraio 2009 sono 17 i manifestanti palestinesi disarmati che sono stati uccisi dalle forze di Stato nel corso di manifestazioni contro la costruzione del muro, e sono migliaia i feriti e gli arrestati – palestinesi, attivisti internazionali ed israeliani.

Finora, gli ACIM hanno dovuto affrontare oltre cento imputazioni, soprattutto per “aver portato la guerra in patria” tramite le azioni di protesta fatte nelle città israeliane. Inoltre, a parte le spese vive per il lavoro politico quotidiano, come i trasporti, le bollette telefoniche, gli aiuti immediati o i costi di stampa, i debiti contratti dagli ACIM ammontano attualmente ad oltre 40.000 dollari americani, in parcelle dovute agli avvocati amici che stanno lavorando incessantemente per rappresentarci di fronte alla crescente repressione legale della polizia e delle corti.

Ovviamente, gli ACIM non ricevono finanziamenti da nessuna organizzazione o associazione ufficiale (statale, governativa, ONG che sia), né hanno dei funzionari retribuiti. Contano interamente sulle donazioni delle persone in tutto il mondo, che capiscono quanto sia importante questa lotta e desiderano assicurarne la prosecuzione con un sostegno concreto alla lotta palestinese. Ma si accumulano i costi dei guai giudiziari inflitti dallo Stato, per cui si trovano in un terribile bisogno di sostegno finanziario e quindi chiedono il nostro aiuto.

Dal 5 al 15 aprile un componente di Anarchici Contro il Muro, Haggai Matar (noto anche per il suo impegno antimilitarista, essendo uno dei primi della nuova ondata di obiettori politici alla leva) sarà in Italia per un giro di conferenze con il duplice scopo di informare e aggiornare sulla situazione attuale della lotta contro il muro e contro l’occupazione, e anche di raccogliere fondi per le attività degli ACIM.
Se avete la possibilità, venite ad uno degli eventi qui sotto.

Se non potete partecipare e volete dare un sostegno agli ACIM, visitate il sito http://www.fdca.it/wall per informazioni su come contribuire.

FEDERAZIONE DEI COMUNISTI ANARCHICI Ufficio Relazioni Internazionali

Lascia un commento...