24 - 01 - 2017

Urbino, alle radici della spiritualità rinascimentale



URBINO – L’itinerario attraverso i luoghi del sacro della provincia di Pesaro-Urbino fa tappa nella città ducale, capoluogo del Montefeltro per importanza storica e artistica, anche se posto alle estreme propaggini di questa terra, come ultimo baluardo prima della costa adriatica. Inerpicandoci per le vie rinascimentali di Urbino incontriamo chiese e oratori che rimandano al fascino dell’epoca dei duchi, quando questo centro dell’entroterra pesarese aveva attirato su di sé l’interesse di tutta l’Italia centrale.

urbino1

Riprendiamo gli scritti di Sara Bartolucci all’interno della pubblicazione “Luoghi del sacro”, tratti da capitolo “Spiritualità a Urbino fra Medioevo e Rinascimento: ordini mendicanti e devozioni”, e troviamo un itinerario costellato di luoghi di spiritualità rappresentativi degli ordini mendicanti o derivati da forme diffuse di spiritualità popolare.

Troviamo quindi la chiesa di sant’Agostino in via Saffi (che si imbocca da piazza della Repubblica), oppure la chiesa di san Domenico in piazza Rinascimento, davanti all’obelisco (foto, con sullo sfondo la Cattedrale) e a poco distanza dalla cattedrale. Imboccata via san Domenico, si giunge in piazza Gherardi, dove all’angolo, adiacente alla chiesa di san Domenico, è posto l’oratorio dedicato alla Madonna dell’Umiltà.

urbino7

Ancora, l’itinerario prosegue in direzione del complesso monumentale dell’ex convento di santa Chiara e, percorrendo il vicolo che ne prende il nome, si costeggia l’oratorio di santa Croce. Tornando indietro verso la cattedrale, si ha modo, scendendo qualche decina di gradini, di visitare l’oratorio delle grotte della cattedrale, sotto il pavimento della chiesa maggiore di Urbino. Scendendo dalle parti di via Budassi troviamo l’oratorio di san Sebastiano, e tornando verso piazza della Repubblica, da dove siamo partiti, abbiamo modo di ammirare la chiesa di San Francesco, officiata dai frati minori conventuali, che ospita le spoglie del terziario francescano beato Giovanni Pelingotto.

Uscendo dal centro abitato e andando verso la frazione di Mazzaferro, in prossimità dei collegi universitari incontriamo la chiesa dei Cappuccini, ottimamente conservata e utilizzata per attività religiose per universitari. Un viaggio breve, insomma, ma intenso a livello di emozioni, per l’atmosfera medievaleggiante che si respira.

Vedi la mappa di Urbino

urbino4

Lascia un commento...