22 - 05 - 2017

Santuario Beata Vergine dell’Ancona – Spilimbergo (Pordenone)



Santuario Beata Vergine dell'AnconaSpilimbergo comune friulano nella provincia di Pordenone con poco più di undicimila abitanti, i santi patroni sono Santa Maria Maggiore è San Rocco che viene festeggiato il 16 Agosto.

Vicino alla piazza del Duomo verso il Tagliamento si trova il Santuario della Beata Vergine dell’Ancona, originariamente la chiesa aveva un’altro nome, ovvero Santa Sabita, era una santa inesistente e sicuramente è riconducibile a dei culti precristiani, legati ai fiumi.

Alla fine del XVI secolo il santuario viene dedicato alla Beata Vergine dell’Ancona.

Oggi la struttura molto semplice sorge su una pianta regolare ed è ad un unica navata, all’esterno è presente un simpatico portico sorretto da cinque colonne e verso la metà è presente il campanile.

All’interno della chiesa è presente un antico quadro della fine del quattrocento che rappresenta la Beata Vergine con il Bambino e due angeli con loro.

Nel 1687 con l’aumentare dei fedeli che si riunivano nella chiesa è stato deciso di costruire una nuova loggia, così per ampliare tutta la struttura, fino al 1968 il santuario fu restaurato ed ampliato più volte fino al tragico giorno del terremoto del 1976 dove fu danneggiata.

Nel 1978 la chiesa fu ricostruita e riacquistò il suo antico splendore,  grazie anche alla sua posizione panoramica.

Commenti

11 commenti in “Santuario Beata Vergine dell’Ancona – Spilimbergo (Pordenone)”
  1. zingo scrive:

    Grazie mille Mario. E’ appena arrivato il tuo libro! E’ un regalo molto apprezzato con tanto di dedica. Grazie ancora.

  2. pantaleone valentino scrive:

    buongiorno, ho letto sul popolo di pordenone che venerdì 15 maggio verrà presentato a Spilinbergo il suo libro ” la Chiesa dei santi GIUSEPPE E Pantaleone “. mi farebbe piacere comprare questo suo libro che puo’ mandare in contrassegno al seguente indirizzo: Pantaleone Valentino via Ezzelino il Balbo n. 5 , 35142 Padova. il mio indirizzo email è valentinopantalone@libero.it
    la ringrazio.

  3. zingo scrive:

    Grazie Mario, il libro puoi inviarlo a: Francesco Zingone, Viale XI Febbraio 29 – 61121 Pesaro (PU). Appena mi arriva ti farò sapere.

  4. mario scrive:

    Zingo gentile, fammi coscere il tuo indirizzo e ti trasmetto copia del libro sull’Ancona. Lo farò con piacere perchè ho notato il tuo interesse in proposito. grzie

  5. zingo scrive:

    Grazie ancora Mario! Ti volevo chiedere se per te non era troppo disturbo di inviarmi un riassunto o parti significative del volume che hai scritto in modo da integrare la nostra scarna descrizione del santuario, inoltre se mi mandi una foto più significativa e soprattutto la copertina del libro la pubblicherò nella pagina del santuario con tutti i riferimenti per l’acquisto.
    Grazie a te :)

  6. mario concina scrive:

    Quest’anno è stata pubblicato a cura della Parrocchia S.Maria Maggiore in Spilimbergo la seconda edizione del libro riguardante il Santuario dell’Ancona, con un ampliamento. Ciò è stato possibile grazie a ulteriori ricerche ma soprattutto perché la prima edizione è ormai esaurita.
    Il libro si trova solo presso il Santuario di cui trattasi o nella Casa dei Sacerdoti dove comunque ci si può rivolgere. GrAZIE

  7. MARIO CONCINA scrive:

    Il 4 maggio 2010 è uscito un libro dal titolo “Il santuario della Beata Vergine dell’Ancona” edito dalla Parrocchia di Santa Maria Maggiore in Spilimbergo che riporta la storia del santuario, la tradizione legata a questo e i segni della pietà popolare. E’ il frutto di una ricerca che ho condotto in questi ultimi mesi e data alle stampe in occasione della riapertura del Santuario dopo importanti lavori di restauro.
    Il Libro è reperibile presso il Santuario e presso la casa dei Sacerdoti di Spilimbergo.
    Grazie per l’ulteriore ospitalità

  8. Michele scrive:

    Ha ragione Mario, questo santuario non è la chiesetta degli innamorati !

  9. Lucio scrive:

    Bellissimo santuario, buone feste a tutti

  10. zingo scrive:

    Grazie Mario delle tue preziose precisazioni

  11. mario concina Spilimbergo scrive:

    Il Patrono di Spilimbergo è Santa Maria Maggiore, Titolare del Duomo omonimo (edificato nel 1284), mentre San Rocco è un Santo legato alla devozione locale. A Spilimbergo fu edificata nel XVI secolo una chiesa dedicata a San Rocco e San Sebastiano, fuori le mura del borgo.Il Comune con una delibera recente stabilì- non si conosce in base a quale normativa o autorità – di considerare patrono della Città anche San Rocco ma solo per consentire ai pubblici dipendenti di considerare la giornata (16 agosto) festiva.
    Anche il riferimento a Santa Sabbata è errato. trattasi invece di “Santa Sabida” a cui sono dedicate anche oltre una decina di chiesette in Friuli, specie in riva ai corsi d’acqua, quantunque trattisi una una santa inesistente.
    Il terremoto del 1976 non distrusse affatto la chiesa ma la danneggiò solamente.
    La storia della chiesa è segnata da tanti fatti curiosi e per certi versi miracolosi. Chiesa amata dagli spilimberghesi che la onorano con una celebrazione della S.Messa quotidiana durante tutto il mese di Maggio e una solenne in settembre in occasisone della festività della Beata Vergine della Mercede.
    Si cancelli l’ultima definizione “chiesetta degli innamorati” che solo un autore non locale e sprovveduto può aver suggerito così come riosulta riportato anche nel cartello indicatore ai piedi della rampa che dal Tagliamento conduce a questo straordinario Santuario.

Lascia un commento...