30 - 03 - 2017

Santuario della Madonna di Castelmonte – Prepotto (Udine)



Castelmonte

Santuario della Madonna di Castelmonte - Prepotto

Il Santuario della Madonna di Castelmonte è probabilmente il santuario più antico di tutto il Friuli Venezia Giulia, nonché uno dei più antichi di tutta la storia cristiana.
Secondo la tradizione risale addirittura al V secolo, come dimostrano i ritrovamenti degli anni ’60, quando durante gli scavi per ristrutturare la chiesa sono emersi i resti di pavimenti in cocciopesto, del VI secolo. Il luogo dove sorge, Prepotto, a soli 7 km da Cividale, era un avamposto difensivo dei romani.
Fin da subito Castelmonte, l’altura dove sorge il Santuario, veniva raggiunto dai fedeli che cercavano conforto e protezione. Una leggenda legata al Santuario racconta della lotta tra Madonna e il Diavolo, che vicino Cividale, si sfidarono per il controllo della città: chi avesse raggiunto per primo la cima di Castelmonte avrebbe avuto la città. La Madonna volò veloce e leggera verso la cima, vincendo e costringendo il Diavolo ad andarsene. Quest’ultimo, furioso, si diresse sulla cima del vicino monte Spich e sprofondò all’inferno, creando un cratere che ancora oggi si può vedere.
Il Santuario è raggiungibile con una stretta e tortuosa via che arriva fino al parcheggio, da cui poi si prosegue a piedi fino al Santuario attraverso la ripida scalinata; vista la devozione dei fedeli, non è inusuale incontrare pellegrini che giungono a piedi al Santuario.
Da qui si ammira un panorama che spazia dalla città di Cividale fino alla pianura friulana.
Nel XVI secolo due terremoti arrecarono molti danni al Santuario, che fu restaurato ed ampliato.
Sempre in quegli anni la zona circostante si era trasformata via via in un vero e proprio borgo fortificato con mura e torri di vedetta.
Al suo interno è conservata una bella statua della Madonna col Bambino, in calcare, situata nella nicchia d’altare e risale al XV secolo.
Lungo le pareti e nella cripta sono conservati i numerosi ex voto, dei fedeli che da sempre accorrono numerosi ogni anno.
Dal 1913 il Santuario è custodito dai Padri Cappuccini.

qui il percorso

visualizzazione ingrandita della mappa

qui trovate maggiori informazioni

Lascia un commento...