16 - 12 - 2017

Santuario Nazionale a Maria Madre e Regina – Trieste



Santuario Nazionale a Maria Madre e Regina

Santuario Nazionale a Maria Madre e Regina

Il tempio Nazionale di Maria Madre e Regina di Monte Grisa fu costruito tra il 1963 ed il 1966 su progetto dell’Architetto triestino Antonio Guacci e fu consacrato il 22 maggio 1966 con una concelebrazione officiata da numerosi vescovi e presieduta dal cardinale Giovanni Urbani, presidente della Conferenza Episcopale Italiana.

Il giorno in cui fu consacrato si compì il voto del vescovo Antonio Santin che aveva fatto vent’anni prima per salvare Trieste dall’invasione dei Tedeschi. Mons. Santin aveva chiesto aiuto alla Madonna promettendo che se i tedeschi avessere desistito dal loro proposito di far saltare il porto e le vie di comunicazione, allora egli avrebbe fatto ogni sforzo per far costruire una chiesa in onore della Madonna. Dopo che Triste fu salva Mons. Santin iniziò la raccolta dei fondi per la costruzione della chiesa ma i tempi erano duri e ci vollero molti anni perchè il suo desiderio si avverasse.
Nel 1959 si svolse attraverso tutte le novantadue province italiane il pellegrinaggio della statua della Madonna di Fatima, esso fu la preparazione ad un evento straordinario: la consacrazione del’Italia al Cuore Immacolato di Maria, che avvenne il 13 settembre del 1959 a conclusione del XVI Congresso Eucaristico Nazionale tenutosi a Catania. Durante il pellegrinaggio delle meraviglie, Mons. Strazzacappa patrocinò la raccolta dei fondi per realizzare il progetto del tempio mariano che sarebbe stato punto di riferimento e d’incontro religioso per tutti i popoli, al di sopra di ogni confine.
Il 17 settembre la statua della Madonna di Fatima giunse a Trieste e il 19 ebbe luogo la cerimonia della posa della prima pietra del santuario, benedetta dal cardinale Lercaro alla presenza dei numerosi vescovi convenuti in rappresentanza delle diocesi italiane; il 20 la venerata statua riprese la via del ritorno verso il Portogallo. Il vescovo di Fatima, Joao Pereira Venancio, accogliendo il desiderio espresso dai Triestini, fece eseguire la copia identica della statua allo stesso scultore che aveva scolpito l’originale e volle portarla egli stesso a Trieste dove giunse, via mare, il 7 giugno 1960.
Il tempio fu consacrato il 22 maggio 1966 e dedicato a Maria Madre e Regina, secondo la volontà espressa dal Papa Giovanni XXIII nel giorno della posa della prima pietra. Da quel giorno i pellegrinaggi a Monte Grisa si susseguono incessantemente.
[mappress]
Per maggiori informazioni

Lascia un commento...