21 - 07 - 2017

Santuario di Maria Ausiliatrice – Vallecrosia (Imperia)



Santuario Maria Ausiliatrice - Vallecrosia

Santuario Maria Ausiliatrice - Vallecrosia

Vallecrosia è un borgo di origine romana di 7200 abitanti circa, in provincia di Imperia, a una decina di km dalla Francia, così chiamato perché costruito presso la foce del torrente Verbone, chiamato anche Crosia. Vicino al centro abitato sorge il Santuario di Santa Maria Ausiliatrice.
Risalente all’800, è raggiungibile attraverso via Colonnello Aprosio e fu fortemente voluto da San Giovanni Bosco, che spesso soggiornava a Vallecrosia.
Il 7 marzo 1880 venne posta la prima pietra, di fronte ad una folla di oltre 6000 persone, ma già dall’anno successivo i lavori si fermarono e il progetto fu ripensato sotto l’ingegnere Vincenzo Levrot di Nizza.
Nel 1887 un forte terremoto danneggiò gravemente il Santuario e furono necessari dei lavori di restauro che modificarono nuovamente la struttura, pur mantenendo il progetto iniziale di Don Bosco.
Finalmente nel 1890 la chiesa fu ultimata e consacrata, dapprima come parrocchia succursale, poi come parrocchia vera e propria e intitolata a Maria Ausiliatrice, l’appellativo mariano tanto caro a don Bosco.
Tra gli ultimi anni del ‘800 e i primi del ‘900 si completò la struttura con l’aggiunta delle campane, del fonte battesimale, opera di Domenico Carli del 1893, dell’orologio del campanile nel 1896 e dell’organo nel 1897.
Nel 1904 la statua di Maria Ausiliatrice, conservata all’interno del Santuario, venne incoronata solennemente.
A seguito dell’aumento della popolazione di Vallecrosia, si rese necessario un ampliamento sostanziale, che coinvolse tutta la struttura: venne recuperata l’area dietro l’altare e fu abbattuto parte del muro, ottenendo così un transetto.
Le vetrate istoriate vennero ornate di medaglioni rappresentanti San Giuseppe san Giovanni Bosco, santa Maria Mazzarello, san Domenico Savio e beato Michele Rua, tutti personaggi cari agli abitanti di Vallecrosia.
La facciata ci appare ora con una monumentale struttura neoclassica a due ordini, con quattro semicolonne segmentate, con i capitelli; nella cornice un’iscrizione dedicata a Maria Ausiliatrice, davanti a un timpano triangolare, anch’esso classicheggiante.
Oltre al portale principale, si trovano anche due portali laterali con in alto tre finestre elegantemente decorate e incorniciate da archi a tutto sesto.
All’interno, un atrio porta nell’aula rettangolare, aperta dall’abside con l’altare centrale.
Ogni anno moltissimi fedeli di Vallecrosia e dei dintorni accorrono al Santuario, in particolare in occasione della festa patronale, nel mese di maggio.

[mappress]

qui trovate ulteriori informazioni

Lascia un commento...