29 - 05 - 2017

Santuario di Santa Maria in Aula Regia – Comacchio (Ferrara)



Santa Maria in Aula Regia - Comacchio

Santa Maria in Aula Regia - Comacchio

A Comacchio, centro di oltre 23 mila abitanti sul delta del Po, conosciuta come la piccola Venezia, sorge il Santuario di Santa Maria in Aula Regia.
La costruzione attuale risale al 1665 e fu eretta sul preesistente Monastero di Santa Maria in Auregario, edificio antichissimo, di cui si parla già intorno al X secolo, quando era un importante centro di devozione mariana.
Un lungo porticato, denominato Loggiato dei Cappuccini, composto da 143 archi e colonne in marmo, conduce dal paese al Santuario; fu eretto nel 1674, per volere del Cardinale Stefano Donghi. La facciata del Santuario è in stile neoclassico e fu fatta costruire nel 1888.
L’interno si presenta ad una sola navata con volte a crociera; nella zona absidale, a forma rettangolare con volta, è custodita l’ancona in legno dipinto, che ospita la statua della Madonna.
La sacra effige raffigura Santa Maria in Aula Regia, un tempo nota anche come Madonna del Popolo, immagine molto cara ai fedeli che la reputano miracolosa e risale al periodo tardorinascimentale ferrarese. Il nome forse deriva dal dosso dove sorse anticamente il tempio, l’Auregario.
Nel 1619 ha luogo l’incoronazione ufficiale della statua della Beata Vergine, alcuni anni dopo hanno inizio i lavori per la costruzione del Santuario come ci appare ora.
Accanto al Santuario sorge il convento che ospita il Museo Mariano di Arte Sacra Contemporanea, inaugurato nel 1978, per raccogliere opere contemporanee a soggetto religioso. Vi sono esposte antiche stampe, ma anche opere diversi grandi artisti quali Remo Brindisi, Sepo, Aldo Bergonzoni e Arnaldo Pomodoro.

[mappress]

qui trovi ulteriori informazioni

Lascia un commento...