29 - 05 - 2017

Santuario del S.S. Crocifisso – Santa Fiora (Grosseto)



Santa Fiora
Santa Fiora

I primi documenti storici circa l’esistenza di Santa Fiora risalgono all’890. Sono però gli Aldobrandeschi nel 10820 che incominciano a fortificare il paese. Il dominio degli Aldobrandeschi farà di Santa Fiora uno dei più importantanti centri della bassa toscana essendo anche capitale dell’omonima contea.

Nel XIV subisce un periodo di parziale decadenza che ebbe fine però nel 1439 con il matrimonio tra Cecilia Aldobrandeschi e Bosio Sforza tramite il quale il territorio di Santa Fiora viene ceduto agli Sforza.

Il dominio degli Sforza sul paese ebbe il suo massimo splendore nel XVI secolo con Guido Sforza che riuscì ad imparentarsi con il Papa Paolo III Farnese e ad ottenere la sicurezza di brillanti carriere politiche e militari alla famiglia intera. Dal lseicento in poi per il dominio sforzesco iniziò un periodo di decadenza che culminò con l’annessione di Santa Fiora ai territori del Granducato di Toscana.

La Santa Fiora Ghibellina è anche citata da Dante Alighieri nel VI canto del Purgatorio.

Il paese è caratterizzato da svariati edifici di carattere religioso di notevole importanza tra cui troviamo anche il Santuario del S.S. Crocifisso.

[mappress]

Maggiori informazioni

Lascia un commento...