21 - 10 - 2017

Santuario Maria Santissima del Carmine – Peccioli (Pisa)



Veduta del Palazzo Pretorio di Peccioli

Veduta del Palazzo Pretorio di Peccioli

Il toponimo di Peccioli lo troviamo per la prima volta nel 793 come Picciole, Petiole e Pecciori esso deriva probabilmente dal latino picea ovvero “pino selvatico”.

Le prime testimonianze del paese di Peccioli le troviamo in una pergamena del 1061 dove si fa riferimento alla località di Petiole pervenuta alla badia di Poggibonsi per sonazione del Marchese Alberto figlio del Marchese Obizzo.

Conosciamo comunque la storia di Peccioli a partire dalla prima metà del secolo XII. Nel plebiscito del 1860 i favorevoi ai Savoia non raggiunsero la maggioranza degli aventi diritto come accaduto nella vicina Palaia, con una percentuale di favorevoli al regno separato tra le più alte del regno della Toscana.

A Peccioli troviamo il Santuario Maria Santissima del Carmine nella diocesi di Volterra. Esso è una costruzione in laterizi circondata lateralmente da un portico. All’interno troviamo due lapidi che ci ricordano i lavori di restauro del 1850 in seguito ai danni causati dal violento terremoto di quattro anni prima che aveva colpito le zone di Valdera e le colline pisane.

La chiesa eretta in precedenza risaliva alla metà dei seicento, di essa rimangono a testimonianza gli altari laterali in pietra serena ed un dipinto murale che raffigura la Madonna in trono e santi.

[mappress]

Maggiori informazioni

Lascia un commento...