30 - 04 - 2017

Madonna Nera del Santuario di Jasna Gora a Częstochowa – Polonia



Informazioni per i Pellegrini:
Santuario di Jasna Gora – via P. A. Kordeckiego 2, 42-225 Czestochowa PL
tel. +48 34 3-777-777
fax +48 34 365-67-28
http://www.jasnagora.pl/
sanktuarium@jasnagora.pl

In occasione dei miei primi 40 anni, mi sono regalato un viaggio speciale in Polonia con un gruppo di amici veramente fantastici. Ho visitato Cracovia, i campi di concentramento di Auschwitz Birkenau (che vi narrerò in un prossimo post, in relazione al martirio di padre Kolbe) e naturalmente il santuario della Madonna Nera di Częstochowa.

Per arrivare al santuario ho preso un airbus della Wizzair che da Forlì atterra a Katowice (prenotando con un certo anticipo ho speso per un A/R circa 16 € tutto compreso !) e poi da lì sono circa 40 chilometri che potete percorrere noleggiando un pulmino oppure in autobus o in treno. Io ho scelto il noleggio anche perchè i prezzi sono molto a portata di mano visto che la moneta polacca (slotzy) vale circa 1/4 di euro.

Si arriva in un ampio parcheggio a ridosso del santuario e in pochi passi si è già dentro .

Varcata la soglia di ingresso (nel mio caso laterale), ci si ritrova in una specie di cittadella con tanto di stradine e piazzette; la cosa che mi ha colpito subito, è la grandissima quantità di giovani e giovanissimi che frequenta questo santuario. In Italia vedere questi luoghi frequentati per il 90% dai giovani non mi è mai capitato !

Quì vi segnalo una immagine chiarificatrice dall’alto che rende abbastanza l’idea di come sia fatto il santuario

Decido di entrare nel santuario vero e proprio.

Diciamo subito che il santuario è abbastanza grande ma suddiviso in tanti piccoli/medi ambienti e ad eccezione della basilica, gli altri spazi risultano raccolti, molto adatti alla preghiera e  al raccoglimento. Sono :

La Cappella
La Basilica
La sacrestia
Il tesoro
La biblioteca
La sala dei cavalieri
Il museo
La via crucis

La basilica della Santa Croce e della Natività di Maria costituisce un insigne esempio di arte barocca. Le policromie delle volte del presbiterio e della navata principale, raffigurano rispettivamente la storia della Santa Croce ed episodi miracolosi compiuti per la mediazione della Madonna di Jasna Gòra.
Nella Basilica, di grande impatto emotivo, c’è l’altare di San Massimiliano Kolbe raffigurato con la divisa da deportato dei campi di sterminio.

La cappella : I molti miracoli operati dalla Vergine in questo  luogo, sono all’origine di tutto il complesso, ed il quadro con l’immagine miracolosa è il cuore di Jasna Gòra (monte chiaro).

Devo dire innanzi tutto che la cappella è sempre strapiena di fedeli che assistono a messe continue, quì potete vedere l’orario delle messe.

La devozione alla Madonna è molto sentita in Polonia. Quì di seguito vi ho messo un video che rende vagamente l’idea di quello che accade durante le messe… momenti molto emozionanti

ho messo anche un altro video che vi dà un idea di come sia la cappella :

e queste due foto per condire il tutto :)… indovinate chi è il personaggio con la maglia arancione ?

Intorno all’immagine della Madonna Nera si sono accumulate nel corso dei secoli, numerose leggende e storie miracolose. Riporto la più nota:

l’autore del quadro sarebbe san Luca, che avrebbe dipinto l’icona su un piano di tavola di cipresso proveniente dall’abitazione della santa famiglia. Se ne fissa persino la data: nel 46 d.C. Sarebbe poi stata trasferita da Gerusalemme a Costantinopoli, per ordine di Costantino il Grande (imperatore dal 306 al 337). Da qui – con successive donazioni e dopo non poche traversie – sarebbe arrivata in Polonia, dove venne affidata dal principe Vladislao di Opole alla custodia dei monaci di San Paolo Primo Eremita nel 1382.

Iniziarono subito i primi pellegrinaggi. Ben presto la chiesetta che la conteneva risultò insufficiente per ospitare i fedeli, e cosi, sotto il regno di Vladislao Jagiello agli inizi del 1400, fu costruita una cappella gotica. Questa parte gotica originale della cappella (divenuta oggi presbiterio) è delimitata da una enorme grata che va dal pavimento al soffitto e che è datata in epoca posteriore (1600). Tra il 1642 e il 1644 venne annessa al nucleo gotico della cappella, una chiesa a tre navate, in quello stile tipicamente polocco noto come “barocco di Lublino”, (fra il manierismo e il barocco). La costruzione viene oggi annoverta fra le opere più significative del periodo della controriforma.

La sacra Icona fu collocata successivamente su un altare barocco d’ebano e argento, ex-voto del Gran Cancelliere Giorgio Ossolinski nel 1650, dove si trova tuttora. Il pannello d’argento che protegge l’Icona è del 1673.

Le pareti della cappella sono ricoperte di ex-voto che espromono le grazie e i miracoli elargiti per intercessione della Madre di Dio.

Questa foto rappresenta il dipinto della Madonna Nera senza le “vesti” :

Subito sotto c’è una mia foto con l’immagine vestita …

Attualmente esistono sette vesti, ciascuna delle quali ha un nome che la distingue dalle altre: le più preziose sono quella di diamanti e quella di rubini che vantano anch’esse una raccolta di antichi gioielli dal XV al XIX secolo. Molto raffinate sono anche le due vesti di corallo : una veste particolare è quella preparata in occasione del “Millennio” del Battesimo della Polonia (1966), costellata di rubini e di fedi matrimoniali, per cui è detta “veste della Fedeltà”. Due vesti infine, sono state preparate per il giubileto dei 600 anni del santuario. Le vesti, realizzate fissando le gemme ed i preziosi su cuscini rigidi di velluto, costituiscono rari esemplari di raffinata arte orafa.

Ai lati dell’altare della Madonna vi è un percorso che il fedele può fare in ginocchio, si parte dalla sinistra dell’altare si transita dietro l’immagine per uscire e finire il percorso nella parte destra della sacrestia. In tutto saranno una diecina di metri, e vi assicuro che c’è sempre una gran fila per poter compiere questo percorso.

Io l’ho fatto, e chiedendo ancora scusa a chi mi stava dietro… sono riuscito a fare una foto del camminatoio (o meglio inginocchiatoio) posto proprio dietro l’altare e dove i fedeli compiono il percorso.

Volevo segnalare ai pellegrini che fin dal medioevo da tutta la Polonia si svolge il Pellegrinaggio a piedi verso il Santuario di Częstochowa. Ancora oggi questo pellegrinaggio vede la partecipazione di decine di migliaia di persone che in estate si mettono in marcia a piedi verso il santuario.

Questo tipo di Pellegrinaggio di svolge da Giugno a Settembre, normalmente il periodo scelto è quello attorno a ferragosto. Il Pellegrinaggio a piedi dura diversi giorni ed i pellegrini percorrono anche centinaia di chilometri lungo oltre 50 percorsi da tutta la Polonia, il più lungo dei quali è di 600 km. I percorsi più famosi sono quelli che partono da Varsavia (9 tappe, 243 km, dal 6 al 14 agosto) e da Cracovia (6 tappe, 150 km, dal 6 all’11 agosto). Il più antico e rinomato rimane però quello che parte da Varsavia che si svolge dal 1711 e che arriva per la festa dell’Assunzione della Santissima Maria Vergine (il 15 di agosto).
Negli ultimi 30 anni hanno preso parte a questo pellegrinaggio anche molti giovani provenienti dai paesi occidentali in particolare italiani, essendo tale pellegrinaggio proposto dal movimento di Comunione e Liberazione a chi si diploma o si laurea, per la necessità di affidare alla Madonna una fase delicata della vita.

concludo segnalandovi la preghiera alla Madonna Nera di Częstochowa

“O Charomontana Madre della Chiesa, con i cori degli angeli e i nostri santi patroni,umilmente ci prostriamo di fronte al Tuo trono.
Da secoli Tu risplendi di miracoli e di grazie qui a Jasna Gòra, sede della Tua infinita misericordia.
Guarda i nostri cuori che ti presentano l’omaggio di venerazione e di amore.
Risveglia dentro di noi il desiderio della santità; formaci veri apostoli di fede; rafforza il nostro amore verso la Chiesa. Ottienici questa grazia che tanto desideriamo: ….. /
O Madre dal volto sfregiato, nelle Tue mani pongo me stesso e tutti i miei cari.
In Te confido, sicuro della Tua intercessione presso il Tuo figlio, a gloria della Santissima Trinità.
(3 Ave Maria).
Sotto la Tua protezione ci rifugiamo, o Santa Madre di Dio: guarda a noi che siamo nella necessità.
Nostra Signora della Montagna Luminosa, prega per noi.”

[mappress]

Commenti

18 commenti in “Madonna Nera del Santuario di Jasna Gora a Częstochowa – Polonia”
  1. stefania scrive:

    Madonnina, ti supplicò, fai riunire Stefano e’ mika qui a Palermo per formare una santa famiglia. Grazie madonnina mia

  2. zingo scrive:

    Preghiamo con te cara Maria.

  3. maria scrive:

    una supplica per la guarigione di mio figlio, grazie

  4. Serena Moroni scrive:

    Un ringraziamento alla Madonna di Częstochowa perché a Lei mia figlia Noemi si è affidata per vivere bene il rapporto con Diego, il suo ragazzo, e per la sua vita. Oggi ha avuto la notizia che è passata alla fase successiva del TFA Tirocinio per l’insegnamento, saltando il secondo Test in quanto sono stati recepiti i suoi tre anni precedenti di insegnamento. Noi attribuendo alla sua Madonna, sua perché è andata tre volte a Częstochowa e ha fatto il pellegrinaggio con Comunione e Liberazione, vogliamo esprimere amore e gratitudine a Maria nell’immagine della Madonna Nera perché le sia vicino e la accompagni verso il compimento della vocazione

  5. mario scrive:

    ciao, vorrei pregare la Madonna Nera, affinché aiuti la Chiesa, nel suo duro compito e prego per un mondo di pace e bene.

  6. palma scrive:

    mi rivolgo a voi madre celeste affinchè potete far luce sull’innocenza di mio fratello e fargli riabbracciare i suoi figli .ha salvato dalla strada sposando una donna polacca e lei ha costruito un castello di bugie .fate in modo madonnina mia che la verità venga fuori .salvate mio fratello e chi può pregasse per noi grazie

  7. tina scrive:

    prego affinchè tramite il cugino di mauro posso contattare mauro…..affinchè nel momento in cui si aprirà il tuo quadro illuminato che è stupendo mi manderai delle grazie…..mamma è stata da tè….mauro veniva con mè a scuola serale e non lo stò vedendo più….ti prego fammelo rivedere e che metterai il cervello in testa al mio ex….a maggio dobbiamo andare in tribunale ti prego madonna di czestochowa affinchè andrà tutto bene….madonna di czestochowa quando si aprirà il tuo quadro illuminato e si richiuderà fammi queste grazie…….c’è la possiamo fare….

  8. tina scrive:

    come si potrebbe fare una preghiera privata per la madonna di czestochowa???mè lo fate sapere???grazie

  9. RENZO scrive:

    Richiedo preghiere per mia moglie colpita da un tumore.
    grazie
    Renzo

  10. raffaella scrive:

    è molto bella anche la preghiera,interessante

  11. raffaella scrive:

    è tutta d’oro …non ho mai capito perchè si chiama madonna nera,mi spiegate un po’ la cosa?qui abbiamo bisogno di tante grazie,ma è tutto difficile

  12. Silvana scrive:

    Stasera sono entrata “per caso” nel sito e con immensa emozione ho ricordato le mie due visite q questo Santuario, in particolare la seconda-vissuta in privato insieme ad un Padre Passionista Polacco che ha concelebrato la S. Messa proprio nella Cappella della Madonna ed eravamo in pochi quella mattina di luglio 1994- quindi sono stata all’interno della Cappella con pochi altri pellegrini.Grazie a Maria SS. per questo nuovo viaggio virtuale! Grazie a chi ha realizzato il sito.
    Una preghiera speciale dal Santuario del Miracolo Eucaristico di Lanciano, nelle cui vicinanze vivo, e ci collaboro pure per l’accoglienza dei pellegrini: numerosissimi sono i polacchi.Buon lavoro!

  13. zingo scrive:

    Ciao Alfio, mandami una mail a info@viaggispirituali.it vedrò di accontentarti

  14. alfio scrive:

    ciao zingo, ci potremmo sentire telefonicamente per chiederti qualche informazione sulla polonia visto che il prossimo anno sto organizzando un viaggio?

  15. MINO scrive:

    Il 4 giugno sono ritornato (prima visita ottobre 2010) con alcuni cantori della Corale S. Vittore di Calcio (BG) e ho ripercorso alcuni luoghi di culto della Polonia, la visita che ci ha colpito maggiormente è il santuario della “Madonna Nera” grazie anche alla guida messaci a dsisposizione(Suor Monica).
    Grande partecipazione e raccoglimento nonostante l’INVASIONE di pellegrini della polonia in quel giorno, molti giovani e preghiere e lodi in continuazione.
    Rivivevo la fede dell’Italia di 40 anni fa.
    Ora siamo all’abbandono della preghiera e dalle Chiese, altri posti di aggregazione e giovani rovinati dall’odio, dal bere e dalla droga.
    Non c’è più rispetto, non più amore, non più amicizia…
    Solo violenza…
    Che la Madonna S. Faustina i Beati Massimiliano Kolbe e Giovanni Paolo II ci guidino nel nostro cammino su questa terra per poter raggiungere la felicità eterna…
    Grazie
    Mino

  16. sarah scrive:

    è proprio quello che cercavo! Grazie!
    Che Dio ti Benedica!!

  17. Alessia scrive:

    Grazie per le preziose informazioni!

  18. sileno scrive:

    Bello e preciso nella spiegazione.
    Si può consigliare come breve guida ai pellegrini che numerosi si recano in visita ai piedi della Patrona dei polacchi.
    Manca, a mio avviso, il ricordo a Giovanni Paolo II che ha lasciato tracce indelebili non solo in Polonia e tra i polacchi, ma in tutto il mondo .
    Ancora si sentono le sue parole che invitano a scegliere Cristo, senza paura, con gioia.
    Quando sarà pronto anche il resoconto dei campi di concentramento avrei piacere di leggerlo.
    Ancora una Buona Pasqua nel Signore risorto Alleluia !!
    Ciao da Sileno
    pellegrino in bicicletta di Como)

Lascia un commento...