23 - 10 - 2017

Santuario Notre Dame de Guérison – Courmayeur (Aosta)



Santuario Notre Dame de Guérison – via Val Veny La Villette, Courmayeur AO 11013 tel. 0165 869085

A 1440 metri slm ai piedi del ghiacciaio della Brenva nella Val Veny, in località Berrier, è stato eretto uno dei santuari più frequentati della Valle d’Aosta. Anche papa Giovanni Paolo II e papa Benedetto XVI durante le loro vacanze a Les Combes vi si sono recati più volte.

Nel luogo dove ora sorge la chiesa, inizialmente c’era solo una croce, poi nel 1690 in una nicchia sulla roccia fu posta una statua della Madonna e nel 1753 si costruì il primo oratorio. Nel 1782 venne edificato il nuovo edificio e dal 1792, anno in cui fu benedetta, iniziarono i pellegrinaggi dei fedeli. La cappella nel 1819 venne poi distrutta dall’avanzamento dei ghiacciai  e ricostruita nel 1821. Fu ampliata nel 1850 e nel 1867 raggiunse l’aspetto attuale. Negli anni successivi al 1950 si sono susseguiti numerosi interventi di manutenzione. Si è provveduto a ritinteggiare i muri esterni, a rifare il tetto, a sostituire l’originaria cuspide del campanile in zinco con una in rame e a porre in opera una soletta per proteggere il santuario dalle infiltrazioni d’acqua.

All’interno fino al 1977 vi era una statua settecentesca raffigurante la Madonna in piedi con uno scettro nella destra e sul braccio sinistro il Bimbo con il globo nella mano. Purtroppo in quella data fu rubata e ad oggi possiamo ammirare solo la copia della stessa. Altri elementi da segnalare sono i tre altari in legno scolpiti dallo scultore Fumasoli di Lugano con tele dipinte che rappresentano l’annunciazione, lo sposalizio e la visitazione della Vergine e gli  affreschi, opera del pittore Stornone di Ivrea.

Le pareti sono interamente ricoperte da ex voto. Degno di nota è un modellino di argento in miniatura della “Stella polare” che è la nave della prima spedizione italiana al polo nord. I reduci la portarono in dono “di ritorno dall’estremo parallelo, a Notre-Dame de la Guérison, invocata quale protettrice nella pericolosa spedizione, 23 giugno 1901”. VEDERE CORREZIONE NEI COMMENTI

Durante il periodo invernale il santuario resta chiuso. Riapre ufficialmente il 2 luglio per la Festa Patronale la Visitazione della Vergine a santa Elisabetta. In quella occasione ha luogo nel santuario la tradizionale messa dedicata alle guide di Courmayeur, che da sempre sono devote alla Madonna del santuario. L’orario estivo al Santuario nei mesi di luglio e agosto sia feriale che festivo è alle ore 11.00 e 17.00. Vi è un cappellano fisso per cui chi desidera approfittare per una confessione lo può fare.

[mappress]

GUARDA TUTTI I SANTUARI DELLA VALLE D’AOSTA

Commenti

2 commenti in “Santuario Notre Dame de Guérison – Courmayeur (Aosta)”
  1. zingo scrive:

    Grazie per il preziosissimo chiarimento.

  2. Francesco scrive:

    Buonasera,
    mi chiamo Francesco Fazio e sono il pronipote di Simone Canepa di Varazze, uno dei quattro che raggiunsero gli 86°34’lat. nord nella Spedizione verso il Polo Nord di S.A.R. il Duca degli Abruzzi (1899-1900), incolumi di ritorno dalla epica impresa ringraziarono la Madonna venerata nel Santuario ai piedi del Monte Bianco: N.D. de Guèrison donando un ex voto in argento splendida esecuzione dello sbalzatore L.Besana di Milano e riproducente la slitta con sopra il Kajak numero uno e la tenda smontata e rollata, completa da due remi, cioè la dotazione del terzo gruppo nell’epica avventura artica; un sapiente gioco di cordami collega questa parte a quella superiore decorata dallo stemma ducale di Luigi di Savoia, capo della spedizione, e al di sotto di esso una targa dedicatoria riportante il nome dei quattro eroi.
    Le corde così ben disposte hanno un doppio significato poichè rappresentano sia gli uomini di mare che quelli di montagna, infatti il cap. Umberto Cagni e il marinaio Simone Canepa facevano parte della Real Marina, mentre joseph Petigax e Alexis Fenoillet erano Guide Alpine di Courmayeur, questa sinergia permise di realizzare un record ancor oggi imbattuto per metodologia e percorso.
    Vi scrivo questo perchè sarebbe opportuno correggere ciò che è scritto nella presente pagina laddove è riportato erroneamente che l’ex voto donato il 23 giugno 1901 raffigura la nave Stella Polare, forse perchè tratti in inganno dall’altro ex voto esistente relativo a questa Spedizione e conservato nel Santuario della Consolata di Torino, consegnato al capitolo dalla Regina Margherita per la felice riuscita dell’impresa organizzata dal nipote prediletto il Duca degli Abruzzi.
    Vi comunico anche che l’ex voto originale del Polo Nord a N.D.de Guèrison è stato trafugato ad ottobre del 2006, e se ne è potuta in seguito recuperare solo una parte, cioè la targa dedicatoria con lo stemma ducale, mentre la restante parte è stata completamente rifatta da un artigiano genovese a cura della mia famiglia Fazio-Massa, copia identica alla originale in argento massiccio, riconsegnata il 2 luglio u.s. durante la messa delle Guide Alpine e ricollocata al proprio posto il 23 luglio u.s.
    Mi scuso della lungaggine e mi auguro che questa mia sia utile a dare un aiuto per divulgare notizie corrette ed aderenti alla realtà.
    cordiali saluti
    Francesco Fazio da Varazze.

Lascia un commento...