21 - 07 - 2017

Pellegrino in bicicletta: Viaggio verso i santuari francesi – Santuario di Notre Dame de La Salette – Bourgoin – Jallieu Km. 150 – 5 parte



Che strano!! La piantina del Pc di Google Maps diceva che la tappa odierna misurava K. 136, mentre in realtà, alla fine il computerino diceva che erano più di 150. Sarà perché sono uscito per andare al ristorante…ma!! Questo strumento non mi sembra completamente affidabile.
Di buona lena questa mattina ho preparato il bagaglio e, come le altre volte, mi sono stupito della praticità e della facilità con la quale posso rimontare le borse che contengono il bagaglio. Ho fatto un vero affare ad acquistarle… in tutti i sensi!!

La discesa che dal Santuario, posto a circa 1800 mt. Di altezza, mi riporta a Corps, la cittadina di origine dei due pastorelli, è stata velocissima. 15 Km. Di picchiata, tra curve pericolose e panorama mozzafiato. La natura è veramente un grande dono di Dio!! E l’uomo, a volte, cerca di dominarla, se non distruggerla.

Il percorso di oggi, sempre vallonato, mi ha fatto transitare per Grenoble. Una bella e grande città, moderna e tutta circondata da stupende montagne. Le Alpi francesi sono rinomate per i numerosi impianti invernali, ma anche in piena estate sono capaci di attirare ed ospitare numerosi appassionati della montagna.

Lasciata la bella città di Grenoble, una ripida discesa mi porta a Vizille, una cittadina spesso attraversata dal Tour de France. Sono numerose, infatti, le scritte inneggianti ai vari protagonisti della “Grande Boucle”. Le scritte sull’asfalto sono quasi tutte per i corridori di casa, anche se poi la maglia gialla a Parigi l’ha vestita uno spagnolo: Contador.

Scrivo questo breve resoconto della giornata da Bourgoin – Jallieu, a circa 40 Km. Da Lione. Domani ci sarà una tappa più breve, per consentirmi una visita ai luoghi legati alla vita e alla figura del Santo Curato d’Ars, patrono dei sacerdoti.

Fisicamente mi sento bene, anche se persiste un fastidioso dolore al soprasella. In fondo è comprensibile perché rimanere tante ore in bicicletta sarebbe strano il contrario.

Io mi sono attrezzato e, come mi ha insegnato l’amico Franco (con lui sono stato a Czestochowa), uso abbondanti dosi di crema Nivea.

Ho già fatto il bucato, anche quello di ieri, e sono pronto per le preghiere della sera.

Ha!! La signorina dell’accoglienza qui dove mi trovo, non era a conoscenza delle apparizioni mariane al Santuario de “La Salette”; così mi sono permesso di regalarle una “brochure” del famoso luogo delle apparizioni. Speriamo le possa servire !!

Una preghiera anche a tutte le persone, e sono tante, che spesso mi rendo conto di dimenticare qualcuno, che porto nel mio cuore e che sento vicine in questo pellegrinaggio.

Bonne nuit.

[mappress]

Lascia un commento...