19 - 02 - 2017

Santuario Basilica di San Francesco – Assisi (Perugia)



Santuario Basilica di San Francesco

Santuario Basilica di San Francesco

Il Santuario Basilica di San Francesco di Assisi è stato dichiarato patrimonio dell’umanità. A soli 2 anni dalla sua morte Francesco venne dichiarato Santo, appena due giorni dopo della proclamazione si iniziò la costruzione della Basilica da parte di Papa Gregorio IX e da Frate Elia da Cortone, generale dell’Ordine minoritico.

La festa solenne di San Francesco si celebra il 4 ottobre,

Il Santuario Basilica di San Francesco è gestito dai Frati Minori Convenutali e si trova in Piazza S,Francesco,1 06081 ASSISI Tel.075.819001 (diocesi di Assisi-Nocera Umbra-Gualdo Tadino).

COME SI RAGGIUNGE In auto: autostrada A1 Milano-Roma, uscita a Val di Chiana-Bettolle, direzione di Perugia, poi strada statale 75 Perugia-Foligno, uscita a S.Maria degli Angeli e da qui ad Assisi. In treno: linea Perugia-Assisi, stazione di Assisi.

LA STORIA

Il Santuario di S.Francesco, nato nel 1182 e morto il 3 ottobre 1226, si trova nella parte nordoccidentale piu’ estrema della città, su uno sperone di roccia.
Il Santuario e il Convento furono fondati nel 1228, da Frate Elia, divenuto Vicario generale dell’Ordine alla morte del Santo, per conservarne il corpo. Consacrato nel 1253, fu ampliato nel XIII e XIV secolo; progettato già inizialmente come edificio a due piani, di cui quello inferiore rappresenta il Santuario vero e proprio.
Nel 1223 l’Ordine francescano fu approvato da Onorio III e il Santo fu canonizzato da Gregorio IX nel 1228. S.Francesco fu eletto patrono d’Italia da Pio XII nel 1939.

La Basilica è formata da due Chiese sovrapposte. La facciata duecentesca della Basilica corrisponde all’alzata della Chiesa superiore, di stile gotico con rosone cosmatesco, che si prolunga a sinistra con la mole quadrata del campanile. La Chiesa inferiore ha un ricco portale gotico gemino della fine del XIII secolo, preceduto da un protiro rinascimentale, del 1487, di Francesco da Pietrasanta.
L’interno è a una navata, con transetto, abside e cappelle laterali, divisa in cinque campate da basse arcate a tutto sesto.Nelle navate affreschi duecenteschi del Maestro di S.Francesco, con le volte a crociera dipinte in azzurro con grandi stelle. Nelle cappelle: a sinistra storie della vita di S.Martino di Simone Martini; a destra affreschi di Giotto e dei suoi allievi; nella volta del presbiterio affreschi allegorici di Giotto e aiuti, autori anche delle pareti e della volta a botte del transetto destro (Storie di Cristo, Miracoli di S.Francesco). A destra Madonna, Angeli e S.Francesco di Cimabue. Nella Chiesa superiore e in particolare nella navata ci sono affreschi del Vecchio e Nuovo Testamento e nella parte inferiore i ventotto celbri affreschi di Giotto, che raffigurano episodi della Vita di S.Francesco.

La Basilica costituirà in futuro lo scrigno dei resti mortali del santo di Assisi e anche la sede del neonato Ordine.

La tradizione vuole che sia stato proprio Francesco a indicare il luogo della propria sepoltura, una zona in cui venivano sepolti solitamente i “senza legge”, chiamata per questo “Collis inferni” e ribattezzata invece dopo l’erezione della Basilica “Collis paradisi”. La chiesa progettata aveva diverse finalità, quella appunto di essere il luogo di sepoltura del famoso santo che già pochi anni dopo la sua morte era divenuto una delle figure più significative del Cristianesimo. Per questo si predispose un luogo di pellegrinaggio adeguato abbastanza capiente a ospitare i pellegrini che sarebbero giunti in questi luoghi.

Le reliquie deu santi venivano allora posti nelle cripte, nel caso di San Francesco si costruì una struttura inferiore ampia tanto quanto quella superiore; per questo si parla di basilica superiore e inferiore. Il corpo del santo venne sempolto sotto l’altare maggiore in un luogo inaccessibile per molti secoli tanto che si perse memoria del luogo preciso. Solo nel XIX secolo con lo scavo di una cripta il luogo esatto venne ritrovato.

All’inizio la chiesa presentava un progetto abbastanza semplice, in seguito venne modificato seguendo linee più suggestive e magnificenti ispirate all’architettura romanica lombarda.

All’interno della Basilica superiore si trovano i famosi affreschi della vita di San Francesco attribuiti a Giotto. Il ciclo si può considerare come la biografia ufficiale del Santo costituita dalle 28 scene della Vita Major. Le storie sono ambientate in un contesto medievale. Gli episodi sono rappresentati all’interno di un finto portico che trasmette l’effetto di sfondato spaziale che sembra oltrepassare le pareti della chiesa.

Alcuni studi recenti suddividono gli affreschi in tre gruppi distinti. I primi sette presentano la conversione di San Francesco fino all’approvazione della regola. Il gruppo al centro rappresenta lo sviluppo dell’Ordine di San Francesco fino alla sua morte, gli ultimi sette sono le esequie e la canonizzazione di Francesco e i miracoli post mortem.

Vi lascio con il Cantico delle creature, buon ascolto 😉

Commenti

9 commenti in “Santuario Basilica di San Francesco – Assisi (Perugia)”
  1. BENITO scrive:

    CARISSIMI AMICI,

    LA CHIESA DELLA ” MADONNINA DI ZIRRA ” SI TROVA IN SARDEGNA NEL COMUNE DI

    SASSARI – REGIONE ZIRRA – BARATZ.

    L’ ANNO 1994 1° LUGLIO UNA STATUA DELLA MADONNINA SI MISE A LAGRIMARE NELLA

    CASA DELLA SIGNORA “MARIA VITTORIA”

    LA STATUA DELLA MADONNINA LA PRIMA VOLTA LAGRIMAVA IN CONTINUAZIONE OLTRE UNA SETTIMANA,

    LA STATUA DELLA MADONNINA FU VISTA LAGRIMARE ANCHE DA TANTISSIME PERSONE,

    LA STATUA LA VIDERO LAGRIMARE ANCHE TANTI SACERDOTI.

    LA LAGRIMAZIONE DELLA STATUA DELLA MADONNINA LAGRIMA VARIE VOLTE OGNI ANNO.

    VOGLIO LASCIARVI QUESTA MIA TESTIMONIANZA, IO STESSO VISTO TANTISSIME VOLTE

    LAGRIMARE LA STATUA DELLA “MADONNINA DI ZIRRA”.

    SIGNORA MARIA VITTORIA FA COSTRUIRE A SUE SPESE UNA BELLISIMA CHIESA PER LA

    SUA CARISSIMA “MADONNINA DI ZIRRA”, TANTISSIMI SONO OGNI GIORNO I FEDELI CHE

    PASSANO NELLA CHIESA .

    OGNI ANNO IL 1° LUGLIO ANNIVERSARIO DELLLA LAGRIMAZIOE DELLA MADONNINA DI ZIRRA,

    SIGNORA “MARIA VITTORIA” CONSEGNERà AI FEELI UNA FOTOGRAFIA DELLA SUA MADONNINA DI ZIRRA.

    (SPERANDO DI AVERVI MANDATO UNA BUONA INFORMAZIONE SULLA MADONNINA DI ZIRRA,

    VI SALUTO CORDIALMENTE AUGURANDOVI BUONA GIONATA.
    CIAO.

  2. BENITO scrive:

    ” PREGHIERA ALLA MADONNINA DI ZIRRA ”

    OMaria, mia carissima Madre di Dio, o Vergine di
    VALVERDE, Madonnina cara, proteggi la CHiesa
    di Cristo, il Papa, i Vescovi, i sacedoti, il Popolo
    Santo di Dio.
    veglia su tutte le anime consacrate al Signore,
    mandaci Sacerdoti e nuove Vocazioni al servizio
    dell’ Altare e assistenza Spirituale.
    O Maria ridona a tutti Speranza e amore, custodisci
    con amore tutti i nostri bambini, assisti i nostri
    malati.
    Dona pace in tutte le famiglie e allontana
    l’odio.
    Allontana ogni dubbio su di Te. Avvicina il Popolo
    alla Chiesa, la casa di di Dio. Fiduciosi Ti invochiamo
    con le nostre Preghiere.
    O Dio, o Maria, dateci la Vostra Santa Benedizione.
    Così sia.

    Pater – Ave – Gloria – Amen.

  3. UN UOMO NUOVO scrive:

    SAN FRANCESCO MI HA DATO LA GRAZIA DI SMETTERE DI FUMARE TUTTO E SERENITA NEL CUORE SENZA USO DI SOSTANZE INEBRIANTI O MEDICINALI INUTILI! W LA PREGHIERA CHE E LA MIGLIORE MEDICINA! DIO CI BENEDICA TUTTI!

  4. alessandra verdino scrive:

    Io credo in Dio.

  5. alessandra verdino scrive:

    Il mondo non riesce a capire due parole: Amore e Perdono.

    In base a queste due meravigliose parole, spero che una giusta soluzione sia trovata al più presto.

    L’Amore Universale
    Il Perdono – e mi viene in mente mia mamma e la mia famiglia. Tutta.

    Non posso scrivere altro.

  6. Fabrizio scrive:

    Volevo chiedere una preghiera per tutte le persone che soffrono nel corpo e
    nello spirito. Una preghiera particolare e intensa per i miei genitori, per mia
    sorella, il compagno e i loro figli. Ti prego per me che ho bisogno dell’aiuto
    di Dio visto che mi sento fuori strada. Aiutami Signore. Perdonami quando
    dubito di Te. Insegnami ad amare. Allontana il male. Proteggimi nei progetti che sono intento a seguire.

  7. zingo scrive:

    Orar com você, Márcia.

  8. marcia machado annorozo scrive:

    Deus seja louvado pela vida deste grande santo da igreja católica! Sou devota de São Francisco de Assis! venho pedir sua poderosa intercessão diante do Senhor Jesus, pela recuperação da saúde de meu marido Benedito Roberto Annorozo,pela saúde de minha filha Clara,bem como pela sua aprovação no concurso público e pela sua vida afetiva.Peço também por minha saúde e de todos os meus familiares e amigos.
    Louvado Seja Nosso Senhor Jesus Cristo!
    Obrigada! grazie
    Márcia/Brasil

  9. Heloisa scrive:

    Mio caro San Francesco prega per A para che trovino subito una giusta soluzione per tutti i problemmi. Che A stia bene. Grazie

Lascia un commento...