20 - 10 - 2017

Santuario Scala Santa – Campli (Teramo)



L’ istituzione della Scala Santa, ad imitazione di quella romana del Laterano, risale al 1772 e fu concessa da Clemente XIV alla Confraternita delle Stimmate di San Francesco.

Collocata accanto alla chiesa di San Paolo, in un ambiente particolarmente sontuoso, alla Scala di Campli è legato il privilegio dell’ indulgenza plenaria dalla terza domenica dopo Pasqua al lunedì di Pentecoste.

La Scala Santa, secondo un’antica tradizione, sarebbe la scala salita da Gesù percosso e sanguinante nel pretorio di Pilato. Viene salita in ginocchio in segno di adorazione del Dio Crocifisso raffigurato alla sommità della Scala; in segno di pentimento e penitenza per i peccati commessi, soprattutto per la presunzione di metterci al posto di Dio.

Per stringerci sempre di più a Gesù Crocifisso e conformarci a lui nella nostra vita, continuando la sua Passione oggi a favore del Suo Corpo vivo che è la Chiesa.

Per tornare a Dio, con la vera conversione, allontanandoci sempre pi dal mondo del peccato ed avvicinandoci sempre più a Dio in Cristo.

 

Lascia un commento...