21 - 08 - 2014

Basilica di S.Maria a Pugliano – Ercolano (Napoli)



La prima testimonianza che parla della chiesa di Pugliano è del 15 novembre 1076. Era nota gia’ in epoca medievale perche’ i pontefici romani concedevano indulegenze a chi frequentava questo Santuario.

L’attuale zona di Pugliano, dove oggi è ubicato il Santuario, era nell’antichità un fitto bosco. In seguito all’eruzione del 79 d. C. divenne una spianata ricoperta di fango e di cenere. Su questo strato di lava solida fu poi costruito un oratorio dedicato alla Vergine, nucleo originario di quel tempio di Pugliano.
Fin dai tempi più antichi la Madre del Signore è stata celebrata nel Santuario di Pugliano in una delle feste liturgiche più antiche, cioè il giorno dell’Assunta il 15 agosto.

Il Battistero è il più antico dei paesi vesuviani e si battezzava già nel secolo XIII. Nella cripta si possono vedere alcuni Sarcofagi (tombe pagane del II e IV secolo) adattati ad altari (dal XI al XVI secolo).Internamente la chiesa e’ composta da 14 cappelle disposte lungo le arcate laterali. Nella chiesa sono conservate numerose opere d’arte tra cui una copia (l’originale fu rubato nel 1980) del dipinto della Madonna dell’ Ampellone risalente all’epoca bizantina.

Vi e’ inoltre una statua della Madonna delle Grazie del 1300, un Crocifisso di legno del 1300, alcuni dipinti del 1500 e del 1600, tra cui uno che riprende il Vesuvio in eruzione.

Strutture per il turismo religioso nella provincia di Napoli

Lascia un commento...