24 - 01 - 2017

Santuario Santa Maria della Neve – Napoli



Il Santuario Santa Maria della Neve è il più antico edificio religioso della zona vesuviana essendo risalente al XIII secolo e in origine si trovava nel comune di Ponticelli che, durante il fascismo, venne inglobato nella città di Napoli.

Il titolo Madonna della Neve trova la sua origine nel famoso miracolo della neve, caduta a Roma in agosto. I lavori per la sua costruzione cominciarono nel 1520,dove in precedenza, esisteva una piccola chiesetta risalente al XII secolo.

Inizialmente la struttura prevedeva una singola navata, e nel 1584 si procedette dell’aggiunta di un’altra piccola navata laterale. Nel 1608, quattro altari erano presenti nella navata principale: uno dedicato a Santa Maria Incoronata, un’altro a San Giovanni Battista, il terzo a Santa Maria di Loreto e l’ultimo all’Annunziata. Le due navate rimasero fino al 1746, quando l’aumento dei fedeli rese necessario un ulteriore ampliamento. Quindi, tra il 1743 e il 1759, vennero eseguiti vari lavori per aggiungere un’altra navata laterale e per compiere alcuni restauri.

La chiesa fu rivestita di stucchi neoclassici, furono ripristinati la facciata e il campanile, danneggiato nel 1860, e fu costruito un nuovo trono della Madonna della Neve.La bella statua lignea, che troneggia all’interno del presbiterio, è attribuita a Giovanni Merliani da Nola.

Il 29 luglio 1788 la Madonna della Neve fu proclamata Protettrice di Ponticelli. Il 27 luglio 1988 il Santuario è stato elevato a Basilica Pontificia.

Lascia un commento...