23 - 01 - 2017

Santuario Madonna di Ronchi – Carrù (Cuneo)



Fin dal ‘400 circa esisteva un pilone, a protezione dei viandanti  dedicato alla Vergine, che compariva raffigurata ad affresco (Vergine col bimbo in braccio che tiene un uccellino legato ad una cordicella).

Nel 1622 sono documentati alcuni lavori intorno al pilone per racchiuderlo all’interno di una cappella: questa cappella fu intitolata alla Concezione di Maria ed ai suoi genitori Gioachino ed Anna.
Intanto la devozione cresceva intorno all’immagine della Vergine dei Ronchi e così il Priore Luca Antonio Zavatteri, pensò di solennizzare tale devozione con una solenne incoronazione.

Questo avvenne nel 1709 con grande partecipazione di popolo e l’arciprete Carlo Tomaso Badino (promotore della costruzione della nuova chiesa parrocchiale su progetto di Francesco Gallo) fissò la data di quella prima festa che sarà di lì in avanti sempre celebrata (21 settembre 1709).

La devozione nel corso degli anni crebbe così tanto che nel 1730 iniziò la costruzione dell’odierno edificio, di grandioso aspetto, che fu terminato nel1767.

L’altare maggiore, in marmi policromi, racchiude l’antico pilone quattrocentesco.

Commenti

3 commenti in “Santuario Madonna di Ronchi – Carrù (Cuneo)”
  1. Lidia scrive:

    Buongiorno. Sto cercando possibili miei parenti nella città di Carru dove i miei nonni hanno vissuto all’inizio del secolo, poi è venuto in Argentina, mio nonno era nel coro della chiesa santuario ronchi presumibilmente-qualcuno mi può aiutare? Mio nonno si chiamava Francesco Curti e mia nonna era Teresa Perucca-che cattura anche la mia attenzione è che ho trovato lì vicino un posto chiamato Giovanni Carru Perucca. , Essere famiglia?? Questi dati mi interessano solo per me, non è economica in mezzo. Ringrazio coloro che mi aiutano. Grazie. Lidia Ines

  2. zingo scrive:

    Salve Piero, grazie per la segnalazione. Lei cortesemente può inviarci la foto giusta del santuario ?

  3. Piero Attilio Cardone scrive:

    la foto non è del santuario dei Ronchi di Carrù

Lascia un commento...