16 - 01 - 2017

Santuario Santa Maria del Fiore (Firenze)



Il Duomo di Santa Maria del Fiore fu iniziato nel 1296 dall’architetto Arnolfo di Cambio nel luogo dove sorgeva l’antica cattedrale di Santa Reparata.

Il problema della costruzione della cupola fu risolto dopo lunghi dibattiti dal Brunelleschi, che, a partire dal 1418, assurse al ruolo di primo architetto rinascimentale. La sua geniale soluzione tecnica consisteva nella creazione di una doppia calotta autoportante, che non richiese la presenza delle tradizionali armature di sostegno.

Il 25 marzo del 1436 Santa Maria del Fiore venne consacrata da papa Eugenio IV. Concepito a pianta longitudinale è diviso in tre navate da grandiosi pilastri, sostenenti archi ogivali.

La cupola, che avrebbe dovuto essere decorata a mosaici, fu invece più tardi ricoperta con affreschi, raffiguranti il Giudizio Universale, per mano di Giorgio Vasari e poi di Federico Zuccari (1572-1579).

Nel Duomo si venera anche San Zanobi, vescovo di Firenze; sotto l’altare della tribuna centrale è collocata la famosa Arca di San Zanobi, eseguita in bronzo da Lorenzo Ghiberti.

Lascia un commento...