Santuario Madonna del Parto – Monterchi (Arezzo)



Monterchi è un paese dell’alta Valtiberina, equidistante da Sansepo1cro e da Città di Castello, e proprio al confine tra Toscana e Umbria. La chiesa dedicata a Santa Maria “de Momentana” o “de Silva”, è del XIII secolo e deriva dalla trasformazione della chiesa in cappella cimiteriale nel 1785.

Nel 1956 la chiesa fu completamente ristrutturata e modificate le dimensioni . Piero della Francesca dipinse nel 1455, per l’altar maggiore del vecchio edificio, il celebre affresco della “Madonna del Parto”.

L’affresco della « Madonna del Parto » , staccato da quasi un secolo per ragioni conservative e quindi trasportabile, venne trasferito nel cuore di Monterchi e conservato dal 1911 fino al 1992 nei locali dell’ex scuola di Monterchi.

La Vergine è raffigurata in piedi a figura intera leggermente di tre quarti così che risulti più evidente il suo stato. La mano destra riposa sul grembo nel gesto che ogni gestante ben conosce; gesto di protezione, di possesso, di felicità.

La Madonna incinta sta al centro di un vero e proprio tabernacolo il quale ha però la forma di una tenda che due angeli aprono scostandone le falde ai lati.

Strutture per il turismo religioso nella provincia di Arezzo



Commenti

Un commento in “Santuario Madonna del Parto – Monterchi (Arezzo)”
giuliana ha detto:

grazie chiedo pregiere per mia figlia, le nostre intenzioni e la nostra guarigione

Lascia un commento...