26 - 03 - 2017

Santuario Madonna del Parto – Monterchi (Arezzo)



Monterchi è un paese dell’alta Valtiberina, equidistante da Sansepo1cro e da Città di Castello, e proprio al confine tra Toscana e Umbria. La chiesa dedicata a Santa Maria “de Momentana” o “de Silva”, è del XIII secolo e deriva dalla trasformazione della chiesa in cappella cimiteriale nel 1785.

Nel 1956 la chiesa fu completamente ristrutturata e modificate le dimensioni . Piero della Francesca dipinse nel 1455, per l’altar maggiore del vecchio edificio, il celebre affresco della “Madonna del Parto”.

L’affresco della « Madonna del Parto » , staccato da quasi un secolo per ragioni conservative e quindi trasportabile, venne trasferito nel cuore di Monterchi e conservato dal 1911 fino al 1992 nei locali dell’ex scuola di Monterchi.

La Vergine è raffigurata in piedi a figura intera leggermente di tre quarti così che risulti più evidente il suo stato. La mano destra riposa sul grembo nel gesto che ogni gestante ben conosce; gesto di protezione, di possesso, di felicità.

La Madonna incinta sta al centro di un vero e proprio tabernacolo il quale ha però la forma di una tenda che due angeli aprono scostandone le falde ai lati.

Lascia un commento...