19 - 01 - 2017

Santuario Madonna di Custonaci – Custonaci (Trapani)



Il Santuario Maria SS. di Custonaci

 

Il Santuario Maria SS. di Custonaci, privilegiato luogo d’incontro tra Dio e l’uomo, è un gioiello d’arte e di bellezza che apre il cuore alla preghiera e alla contemplazione.
Esso è il grembo da cui è nata e si è formata la Città, il suo cuore pulsante, è espressione dell’amore che Dio-Emmanuele nutre per questo popolo.

Viene custodita all’interno del Santuario la sacra Effige, raffigurante la Vergine Maria, con in braccio il bambin Gesù. L’Immagine è dipinta ad olio su tavola preparata con gesso, risale al XV secolo, opera della scuola di Antonello da Messina, altri scritti attribuiscono alla mano di S. Luca la realizzazione del bellissimo dipinto, ancor oggi venerato in moltissime località.

Essa, nella sua totalità, esprime l’opera e l’Autore della grazia.
Descrivendo meglio ciò che viene raffigurato nella sacra Immagine notiamo: Maria resa madre di Dio, madre della divina grazia e incoronata regina, ricoperta regalmente da un “particolare” manto, pieno di “vasi” (II Tm 21) con spighe (simbolo di grazia, abbondanza, prosperità, ricchezza), ma chi le tiene in mano, tre a indicare la Santissima Trinità, è il bambino Gesù, che la Beata Vergine indica con lo sguardo. Uno sguardo dolce, amoroso, che rassicura il cuore di chi la invoca, fa sussultare di gioia chi la guarda e indica la Via Vera della Vita, Gesù, che nutre e regge fra le sue braccia (un occhio è rivolto al popolo e uno al bambino).
Altro piccolo particolare su cui soffermarci e riflettere è la collana, con rametto di corallo, dipinta al collo del Bambin Gesù. Il corallo, fin dall’antichità, era ritenuto simbolo di regalità ed usato per ornare le vesti di sovrani e di principi. Inoltre, al corallo, veniva attribuita una particolare capacità terapeutica e di protezione. In ambito cristiano, particolarmente nel medioevo, divenne simbolo della sovranità di Cristo e della sua passione.
La sacra Immagine fu solennemente incoronata dal Capitolo Vaticano nel 1752.

A questo splendido luogo sono legati straordinari privilegi, fra cui l’indulgenza concessa, il 18 Maggio 1834, da Papa Gregorio XVI. Tale pontefice accordò l’indulgenza di 200 giorni a tutti i fedeli visitatori del Santuario di Custonaci, in qualunque giorno dell’anno, e quella plenaria nei giorni 8 Dicembre, Immacolata Concezione, e l’ultimo mercoledì di Agosto, Festa di Maria SS. di Custonaci.

Il 26 Agosto 2009, solennità di Maria Santissima di Custonaci, nel centenario dell’erezione a parrocchia del santuario omonimo, S.E. Mons. Francesco Micciché, Vescovo di Trapani, eleva la città di Custonaci a Civitas Mariae.

CONTATTI:
Telefono Santuario: 0923/971113
E-mail Santuario:info@santuariocustonaci.it
Sito ufficiale del Santuario: www.santuariocustonaci.it

 

Un sentito ringraziamento va a Vincenzo Vassallo autore di questo articolo.

Commenti

4 commenti in “Santuario Madonna di Custonaci – Custonaci (Trapani)”
  1. zingo scrive:

    Caro Vincenzo, mi spiace dell’equivoco, noi eravamo all’oscuro della vicenda.
    Ti rispondo con questa mail che mi ha inviato il gentilissimo Salvatore spiegandoci come si è svolta la situazione

    “Gentilissimi membri dello staff di viaggispirituali.it
    vi “ri-contatto” in merito all’articolo sul vostro sito del Santuario della Madonna di Custonaci.
    A causa di un piccolo equivoco vorrei, se possibile, apportare un cambiamento al vostro articolo. In pratica visto che i testi sono presi dal sito ufficiale del Santuario, e visto che gli stessi testi sono stati forniti da un altro mio collega, quest’ultimo vorrebbe “essere citato” come autore di tale materiale informativo. Chiedo quindi di poter modificare, a fine articolo (http://www.viaggispirituali.it/2012/07/santuario-madonna-di-custonaci-trapani/), l’autore in Vincenzo Vassallo. Sicuro della vostra collaborazione vi ringrazio anticipatamente e vi porgo cordiali saluti e un felice e sereno nuovo anno (visto che sono ancora in tempo).
    Pace e bene dal Santuario di Custonaci.
    Salvatore”

  2. vassallo scrive:

    i testi sono tratti da Custonaci mirabilia dei
    e sono di Vassallo nn di Miceli

    Mah!!! attendo modifiche!

    Come da copyrait mettete come autore il http://www.santuariomariassdicustonaci.com
    Non mi interessa il mio nome posto al termine del vostro post
    MA EVITARE IL COPIA INCOLLA COSi COME AVETE FATTO VOI SENZA RIFERIMENTO ALLA FONTE

  3. zingo scrive:

    Lo abbiamo già inserito. Grazie comunque per la segnalazione

  4. santuario scrive:

    si prega di mettere l’autore del testo, ovvero santuario maria ss. di custonaci

Lascia un commento...