Santuario SS. Annunziata (Genova)



Una prima chiesuola a Sturla sorse dedicata a S. Celso (1184) e fu prima suffraganea di S. Martino d’Albaro, poi parrocchia.

La chiesa della SS. Annunziata sorse nel 1434 prima sotto il titolo dei Santi Nazario a Celso, per opera di due preti e un laico, con annessa abitazione per il clero, su terreno quasi interamente donato.

La chiesa iniziata nel maggio 1434, era finita nel giugno 1435 ed era a due sole navate. Il 29 settembre 1437 la comunità dei preti ottenne da Eugenio IV di aggregarsi ai Canonici di S. Giorgio d’Alga (Venezia). I religiosi per il colore dell’abito furono detti i Celestini.

Dopo un periodo di splendore, i Celestini di Sturla nel 1451 si videro la chiesa interdetta e chiusa al culto. La riapertura avvenne il 7 luglio 1456; i Celestini ripresero la loro missione e rimasero a Sturla fino al 1650.

La chiesa era a due navate; con successivi ingrandimenti ne ebbe una terza: i lavori iniziati nel 1527, non erano ancora finiti nel 1582.

La chiesa di San Celso divenne oratorio dei Disciplinati di Sturla sotto il nome di San Rocco. Monastero e chiesa furono restaurati nel nostro secolo con imponenti lavori di consolidamento. La chiesa fu consacrata il 24 marzo 1966.

Strutture per il turismo religioso nella provincia di Genova



Lascia un commento...