Basilica Sacro Cuore di Gesù a Castro Pretorio (Roma)



sac cuo gesu castro pretorioNella zona dove sorge l’odierna Basilica del Sacro Cuore esistevano nell’antichità due complessi monumentali dell’epoca imperiale: il Castro Pretorio e le Terme di Diocleziano.

Fu edificato dal prete piemontese Don Bosco nel 1880, con le offerte raccolte dalle elemosine dei fedeli e ne fu architetto Francesco Vespignani.

La facciata è di stile bramantesco ed ha tre porte, i cui architravi furono eseguiti dal carrarese Bardo Bardi per la principale e da Giovanni Zampa per le altre due.

Ai lati, sulla cornice due statue di mamo: S. Francesco di Sales di Costantino Baroni e S. Agostino di Adolfo Pantarese. Le tre grandi porte in legno di castagno, furono intagliate dagli artigianelli dell’ospizio di S. Francesco a Torino. L’interno è a tre navate divise da otto colonne di granito grigio di Baveno. Il pavimento di marmo fu eseguito dai fratelli Repetto e gli intagli e le dorature del soffitto da Andrea Bevilacqua.

Gli angeli che sostengono le acquasantiere sono di Francesco Orlandi. I quadri di questo soffitto furono dipinti da Virginio Monti, il quale eseguì anche il fresco della cupola rappresentante una scena del Paradiso.

Strutture per il turismo religioso nella provincia di Roma



Lascia un commento...