20 - 09 - 2017

Chiesa di Santa Maria della Pace (Roma)



smariapace[1]Anticamente esisteva in questo luogo una chiesetta chiamata Santa Maria de acquaricariis, nel cui portico si venerava l’effigie di una Madonna che, colpita da un sasso gettatole contro da un giocatore, avrebbe spiccato sangue.

Nei pressi di Piazza Navona, è secondo la tradizione sorta in seguito alla decisione di Papa Sisto IV di costruire un tempio nel luogo dove nel 1480 un’immagine della Madonna, colpita da un sasso, trasudò sangue. Per altri, la costruzione sorta tra 1480 circa e il 1483, è avvenuta come tempio votivo in ricordo della pace raggiunta dopo la crisi provocata con l’ uccisione di Giovanni de’ Medici, dalla congiura dei Pazzi.

La pace definitiva non avvenne che il 28 novembre 1482 e il 13 dicembre Sisto IV le impose il nome di S. Maria della Pace.
Il progetto probabilmente è di Baccio Pontelli. L’esterno della chiesa fu rinnovato nel 1656-57 da Pietro da Cortona per volontà di Alessandro VII, mentre Bramante è l’autore dell’impianto di tutto il convento.

Pianta ad una sola navata, con una crocera ottagona adorna di altari

Lascia un commento...