28 - 07 - 2017

Un Buon Pastore, libro su Don Rosario Vanella



DON ROSARIO VANELLA

Sabato 21 ore 21.15 presso la Chiesa Madre di Custonaci, sarà presentato il libro di Vincenzo Vassallo – “Un Buon Pastore” – occasione per ricordare un uomo, un sacerdote, Rosario Vanella, che ha segnato indelebilmente la storia e la cultura della cittadina mariana per più di mezzo secolo.

“Sacerdote oltre il sagrato, uomo fra gli uomini, pastore con l’odore delle sue pecore”… lo definisce Vassallo nel suo libro. Don Rosario – afferma – ha saputo ben coniugare tempio e strada, dando un’immagine di chiesa non isolata e realmente presente in mezzo agli uomini. Una chiesa disponibile al dialogo e al confronto, aperta alle novità, ma salda nei valori umani e cristiani.

L’opuscolo, i cui testi sono stati tratti dal volume “Sei secoli di devozione mariana Custonaci Civitas Mariae” patrocinato dalla Presidenza dell’Assemblea Regionale Siciliana, raccoglie il personale saluto dell’autore a don Rosario, importanti documenti storici come gli atti del conferimento della cittadinanza onoraria, un ricco appendice fotografico e un’interessante nota dell’autore che sottolinea la grande umanità di don Rosario nella sua “pastorale del fare”.

La pubblicazione – afferma Vassallo – vuole essere occasione di confronto sulla necessità di indire presto una “Giornata della memoria custonacese-ericina” nella quale ricordare tutti coloro che negli anni hanno lasciato un segno decisivo nella storia del territorio “ericino”. Penso a Dino Grammatico, Angelo Messina e quanti hanno lottato per l’autonomia Comunale. Penso ancora al Beneficiale Rizzo, Pilati, Francesco Cascio che nei secoli hanno dato lustro e gloria al culto della Madonna di Custonaci, Custode e Patrona degli ericini.

libro di Vincenzo Vassallo - "Un Buon Pastore" - occasione per ricordare un uomo, un sacerdote, Rosario Vanella

Non un ricordo sterile, tiene a precisare nella Premessa del libro Vassallo, ma un ricordo rico-noscente che tenda ad orientare i nostri passi in avanti. Don Rosario, si legge ancora nella me-desima, sottolineava spesso l’importanza della memoria esortando la comunità a raccogliere, custodire e promuovere le sue radici storiche, culturali e religiose, a vivere l’hodie consape-volmente perché un popolo senza memoria è un popolo senza storia, un popolo privo d’identi-tà.

Al termine della presentazione, un inedito sonoro storico di Pio XII in cui menziona il San-tuario di Custonaci, anteprima del volume precedentemente citato – “Sei secoli … “ che sarà presentato nei primi di Gennaio. Si tratta di una sorta di compendio di 300 pagine con importantissimi documenti storici riguardanti il culto, la storia, la devozione della BVM di Custonaci.

Per maggiori info www.santuariomariassdicustonaci.com

Lascia un commento...