20 - 07 - 2017

Diverse Normalità



Iniziativa organizzata da Agorà sul tema dei diritti civili, in particolare per quello delle unioni differenti.

Venerdì 27 marzo 2009, ore 21, Fano – Sala S.Maria Nuova, via G.da Serravalle 5, “Diverse normalità: famiglie, unioni, affetti, diritti nell’Italia di oggi”:

Famiglie? SI’…ma al plurale!

Finalmente anche nella nostra provincia un’ iniziativa che aiuta a capire con sguardo laico la realtà familiare delle coppie di fatto in Italia. Una realtà che riguarda circa un milione di persone, e che non interessa solo le coppie omosessuali ma anche tante altre realtà familiari (dalla coppia di fidanzati che convivono per alcuni anni prima di decidere per il matrimonio, a persone legate da vincoli di affetto e auto-aiuto, come nel caso di anziani soli o delle comunità di famiglie).duevoltegenitori

Tutte realtà che aspettano di vedere cambiare il quadro normativo italiano in modo da vedersi riconosciuto il pieno diritto all’esistenza, per poter decidere liberamente del proprio destino senza essere considerati cittadini di serie B.

Il documentario che sarà proiettato, “2 volte genitori“, di Claudio Cipelletti, racconta tante di queste storie. Circa la condizione europea delle famiglie di fatto, ricordiamo che già in Olanda, Belgio, Spagna e Norvegia, Danimarca, Finlandia, Islanda, Regno unito, Svezia, Andorra, Repubblica Ceca, Francia, Lussemburgo, Slovenia, Svizzera, Austria, Croazia, Portogallo, Ungheria  sono riconosciute varie forme di unione civile e che tali istituzioni non danneggiano o insidiano la forma matrimoniale tradizionale ma semplicemente aggiornano dal punto di vista dei diritti civili la realtà di fatto vissuta nella nostra società, realtà che esprime nient’altro che solidarietà e amore.

A questo appuntamento avremo con noi Rita De Santis, presidente di Agedo (associazione italiana genitori di figli omosessuali) con lei parleremo di diritti civili , e di famiglie che hanno saputo dare ai loro figli la fiducia che si meritano.

L’iniziativa, promossa da Arcigay Agorà di Pesaro, è sostenuta da un nutrito cartello di associazioni* che sta lavorando sulla possibilità di costituire stabilmente, sul modello già presente a Torino, Roma e Milano, la Consulta provinciale per la laicità delle istituzioni.

L’ingresso è libero.

*Alternativa Libertaria, Associazione Omnibus, Associazione Res Publica, Bottega di resistenza globale – Fossombrone, Centro sociale autogestito Oltrefrontiera – Pesaro, Circolo libertario Luciano Polverari, Cooperativa Labirinto, Circolo A.Labriola, Circolo Salvador Allende, Movimento Radicalsocialista – Fano.

Per informazioni:
Arcigay Agorà Pesaro
389.9725980/ 328.7064302,

Per informazioni sul film
www.duevoltegenitori.com
spazio web locale: http://rimarchevole.wordpress.com

Lascia un commento...