21 - 10 - 2017

Santuario della Beata Vergine della Creta – Castellazzo Bormida (Alessandria)



Santa Maria della Creta è la patrona dei Centauri dal 1947, quando Papa Pio XII le attribuì tale titolo con una solenne bolla papale, così ogni anno, i motociclisti di tutta Europa accorrono al Santuario in pellegrinaggio, la seconda domenica di luglio, in corrispondenza con il raduno internazionale.

Santuario della Beata Vergine della Creta - Santuario della Madonna dei Centauri

Santuario Beata Vergine della Creta - Castellazzo Bormida

In questa particolare giornata di celebrazione anche le moto possono entrare nel Santuario.

La storia del Santuario inizia nel 1631, quando partì la costruzione di una piccola cappella, opera di Giovanni Viola di Castellazzo, come ringraziamento per la fine della peste, e che custodiva al suo interno un quadro della Beata Vergine del Santuario di Crea.
Nonostante la sua demolizione (1764), forse a causa del degrado un cui versava, per i devoti continuò ad essere meta di pellegrinaggio e cappella votiva molto amata; fu infatti in breve costruita una croce lignea e un alto pilone con un dipinto raffigurante la Madonna della Creta, che presto diverrà il punto di riferimento dei credenti anche più dell’immagine precedente.

Le cronache edilizie proseguono narrando di una chiesetta costruita e in breve demolita tra il 1802 e il 1848. Solo sul finire del ‘800 si arriva al Santuario compiuto.

La parte principale è stata inaugurata nel 1905, ma i campanili e la facciata molti anni dopo, nel 1924.
All’interno del Santuario sono custoditi, vicino il corridoio che porta alla Rotonda, molti dipinti donati da persone devote alla Madonna dei Centauri, nonché la croce pettorale e una stola appartenenti a san Gregorio Grassi, che frequentava il Santuario e ivi ricevette la Comunione e la chiamata divina.

Da anni si tramandano due preghiere che invocano la protezione della Madonna per tutti i motociclisti. Eccone i testi:

Madonnina dei Centauri,
che da questo Santuario stendi su tutti noi il tuo benevolo manto, proteggici dalle insidie della strada,
con ogni tempo e sotto qualunque latitudine.
Beata Vergine Maria,
aiutaci affinché il nostro comportamento
sia sempre di buon esempio a tutti:
sulla strada come veri sportivi e nella vita
come operatori di fratellanza e concordia universale.
Sorreggici nelle nostre debolezze e concedici di vivere da forti testimoni della fede, per raggiungerti in Paradiso a godere,
benedire e amare per sempre il tuo Gesù.
Amen.

Beata Vergine della Creta,
che in questo Santuario sei dispensatrice delle grazie divine,
io Ti saluto Regina del cielo e della terra
e Ti prego di ottenermi dal Tuo Figlio Gesù
il perdono dei miei peccati
e le grazie spirituali e corporali utili alla mia eterna salvezza.
Ti supplico affinché io possa arrivare un giorno a godere,
benedire e amare per sempre con Te
il Tuo Gesù in Paradiso.
Amen.

qui trovate maggiori informazioni

qui il percorso

visualizzazione ingrandita della mappa

Buon viaggio spirituale!

Commenti

3 commenti in “Santuario della Beata Vergine della Creta – Castellazzo Bormida (Alessandria)”
  1. Piano Benedetto scrive:

    Ho già lasciato una richiesta. Il desiderio è per una nostra corista originaria di Castellazzo.

  2. Piano Benedetto scrive:

    Un Coro Parrocchiale di Torino (Parrocchia Natale del Signore) desideriamo cantarre una Santa Messa nel Santuario il 16 giugno prossimo. E’ possibile? Grazie

  3. José María Negri scrive:

    Mí origen es aca en Castellazzo Bormida..tuve gracias a Díos la gracia de estar en el pueblo de mí abuelo Negri-Gho;fué para mí una emoción tan grande, el 13 de octubre del 2010,recorrì el cementerio estuve en la tumba de mis parientes entre esos la de la tía Tereza Negri de Praty….se que somos fundadores de las dos iglesias de está y las más antigua del Piamonte ¡¡¡¡¡cuanta emoción!!!!.Por favor si esto lo lee algún pariente que me escriva…..Viva La Virgen

Lascia un commento...