22 - 09 - 2017

Santuario Sacro Monte Madonna di Crea – Serralunga di Crea (Alessandria)



Sacro Monte di Crea

Sacro Monte di Crea

Il Santuario e il Sacro Monte di Crea, sorge sulla collina più alta del Monferrato, presso il paese di Serralunga di Crea. Sorge su un antico oratorio, voluto da Sant’Eusebio, vescovo di Vercelli che, si dice, venne qui nel IV secolo d.C. portando con sé una statua della Madonna col Bambino.
Si tramanda che sia la stessa che si adora tutt’oggi, ma in realtà l’attuale statua della Madonna risale al XIII secolo e non si hanno notizie precise sulla sua provenienza.

Nel XI secolo Arduino, re d’Italia, fece erigere una chiesa per accogliere i numerosi pellegrini che accorrevano ad adorare la sacra effige; in questo periodo fu costruito anche il convento degli Agostiniani.
Il Santuario, già nel 1156, era meta di pellegrinaggio per i fedeli, tanto che i Marchesi del Monferrato vi posero una reliquia della Santa Croce.

La facciata della chiesa come la vediamo oggi è stata rifatta nel 1735, in stile barocco, impreziosita da un mosaico che rappresenta la Madonna Assunta, cui è dedicata la chiesa stessa.
Il Campanile risale al XV secolo, ma fu sopraelevato nel del 1929.

L’interno a tre navate con archi ad ogiva e volte a croce; dietro l’altare maggiore, due archi protetti da cancellate racchiudono le cappelle di Santa Margherita di Antiochia e della Madonna, risalenti al XIV secolo.
Una reliquia di Santa Margherita, un tempo ivi conservata si trovano oggi nel Duomo di Casale.
Troviamo altre due cappelle, che si aprono in corrispondenza delle due navate laterali.
Il Santuario è ricco di opere d’arte importanti, al suo interno custodisce la Madonna con Bambino e Santi, opera di Macrino d’Alba risalente al 1503; un ciclo di affreschi con le storie di Santa Margherita d’Antiochia risalente al XV sec.; una statua lignea raffigurante la Madonna, risalente al XIV sec.; molti di ex voto; una Via Crucis e gli amboni del Bagna.
Da ricordare anche la tela di Guglielmo Caccia detto il “Moncalvo”, che rappresenta Dio e la tela di Santa Margherita, opera della figlia, Orsola Caccia.

Presso il santuario, sorge il Sacro Monte, fatto costruire nel 1589 da Costantino Massimo, si compone di 23 cappelle e 5 romitori, in cui vengono narrati i Misteri del Rosario.
Nell’800 dopo un periodo di abbandono a seguito delle invasioni napoleoniche, si procedette al restauro e al recupero delle cappelle, fino al ‘900.
In origine le cappelle che si potevano ammirare erano solo 15, dedicate ai Misteri del Rosario, cui si aggiunsero quelle dedicate al martirio di San Eusebio ed episodi della vita e Gloria di Maria.
Nei romitori sono rappresentate le effigi di e momenti mistici.

Tra le cappelle la più suggestiva è la Cappella XXIII dedicata all’Incoronazione della Vergine, da tutti conosciuta come “Il Paradiso”, edificata in pianta cilindrica, dalla splendida volta che raffigura l’incoronazione di Maria, circondata da più di 300 personaggi tra santi, vescovi, angeli, profeti, papi, re, suore, frati, che, seduti su nuvole assistono all’evento.

Nel 1980 è stato istituito il “Parco Naturale e area attrezzata del Sacro Monte di Crea”, che fa parte del circuito dei “Sacri Monti del Piemonte”, con cui dal 2003 è anche Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO.

qui il percorso

visualizzazione ingrandita della mappa

qui trovate maggiori informazioni

Commenti

2 commenti in “Santuario Sacro Monte Madonna di Crea – Serralunga di Crea (Alessandria)”
  1. maria scrive:

    il sacro monte di crea è una meraviglia creata da Dio

  2. Stefano scrive:

    Dio Strafulmini di Benedizioni Michela,vostra assidua frequentatrice! Unito Col Preziosissimo Sangue Divino,Stefano,servo e fratello (Medjugorje) suo in Gesù Dolce e Tanto Misericordioso. Shalom a tutti! Oggi 20 Maggio-Mariano Anno 2010

Lascia un commento...