24 - 03 - 2017

Santaurio Maria Santissima del Sabato – Minervino Murge (Bari)



Effige Santa Maria del Sabato

Effige Santa Maria del Sabato

Intorno al 1750 a Minervino Murge, più precisamente ad un chilometro circa dal paesino venne retta la chiesa intitolata a santa Maria del Sabato. La chiesetta venne costruita su una grotta, lasciata dai Monaci Basiliani, scavata nel tufo.

Si scelse questa grotta poiché proprio al suo interno venne ritrovato un dipinto a muro di Santa Maria col Bambino e ai lati due angeli. Si decise di intitolare la grotta a santa Maria del Sabato perché il dipinto venne ritrovato in un sabato, di quale anno non si sa, dopo quindici giorni circa dalla Pasqua.

Il ritrovamento avvenne, secondo tradizione, quando un cane da caccia entrando in una fessura non riuscì più ad uscirne e il padrone, con altri, dovettero andare a soccorrerlo. Fu così che videro il dipinto sul muro. Da quel momento la Madonna del Sabato fu proclamata patrona di Minervino.

L’edificio è formato dunque da due luoghi principali. Il primo riguarda proprio la grotta dove venne rinvenuto il dipinto, alla quale si accede con delle scale laterali, mentre l’altro luogo è la costruzione realizzata al di sopra della grotta composta da una navata.

“Lo Spirito soffia dove vuole”. Tu seguilo.

Visualizzazione ingrandita della mappa
maggiori informazioni

Lascia un commento...