30 - 03 - 2017

Santuario Natività di Maria – Gazzo (Padova)



Il Palazzo del Municipio di Gazzo

Il Palazzo del Municipio di Gazzo

Il termine Gazzo deriva dal longobardo “selva”, da cui si presume che anticamente il territorio del comune fosse caratterizzato da boschi e questo elemento viene comprovato da documenti ecclesiastici della diocesi di Vicenza.

Con l’annessione del Veneto in Italia questi luoghi erano famosi per le risaie. Gli abitanti però vivevano ancora in condizioni molto disagiate con un’agricoltura principalmente di sussistenza e con molta popolazione impegnata come braccianti. In questo periodo la maggior parte delle abitazioni era costituita da “casoni” con il tetto di paglia. Lo sviluppo economico però si è fatto sentire anche in questo comune che, iniziando dagli anni ’80, si è sviluppato in vari settori. In aumento il benessere economico e la scolarizzazione della popolazione che sino a poco tempo fa era legata solo alla scuola dell’obbligo.

Gazzo Comune oltre al capoluogo comprende altre quattro frazioni (in ordine di abitanti): Grossa, Villalta, Grantortino, Gaianigo.

Luoghi di particolare interesse per il visitatore possono essere: Villa Forasacco, Villa Mazzon ed il Palazzo Municipale. A Gazzo troviamo inotre di notevole pregio il  Santuario Natività di Maria.

 

[mappress]

 

Maggiori informazioni

Lascia un commento...