23 - 05 - 2017

Santuario Madonna del Rosario – Adria (Rovigo)



Veduta di Adria

Veduta di Adria

Adria è una città di 20.549 abitanti in provincia di Rovigo. Le prime tracce di insediamenti in questi luoghi risalgono al periodo in cui i veneti costruirono palafitte sui terreni paludosi che si affacciavano sul mare (sec. X e VI a.C.). La zona era inoltre frequentata ampiamente anche dai greci  a causa dell’ambra proveniente dal Baltico che veniva smerciata in queste zone.

All’inizio del VI secolo a.C. Adria era un semplice insediamento etrusco posto sul Mincio. Con l’interramento del delta del Po si ebbe un’allontanamento della città dal mare che complicò la prosecuzione dell’attività portuale (VIII secolo a.C.). Tra il VII e l’VIII secolo Adria divenne un feudo vescovile indipendente da quello di Ravenna. In seguito divenne un possedimento Estense. Quando nel Seicento iniziò l’opera di bonifica della valle polesana, Adria cominciò ad assumere nuovamente importanza.

Con l’invasione di Napoleone  Adria venne implementata nel distretto di Padova. Con il trattato di Campoformio del 1797 fece parte dell’Impero austriaco in seguito agli accordi di pace stipulati con Napoleone con lo scioglimento della prima coalizione antifrancese. Al 1798 risale il decreto con cui gli Austriaci restituirono i diritti in precedenza avuti dalla Serenissima e istituirono la Provincia di Adria. Sconfitto Napoleone, in conseguenza della restaurazione operata dal Congresso di Vienna, Adria dal 1815 fu inclusa nel regno Lombardo Veneto, sotto la Prefettura di Rovigo.

In questo contesto storico troviamo il santuario Madonna del Rosario.

[mappress]

Maggiori informazioni

Lascia un commento...