29 - 03 - 2017

Apice (Benevento) vi è un Santuario dedicato S. Antonio di Padova



Porta del convento di S.antonio di Padova
Porta del convento di S.antonio di Padova

APICE – Il Santuario di S. Antonio di Padova si trova all’interno dell’omonimo convento nei pressi della cittadina di Apice in provincia di Benevento in Campania. Si tratta di una paese riconosciuto spiritualmente, visto che tra le sue preziosità ha una fonte miracolosa scaturita per virtù di San Francesco d’Assisi.

La facciata della chiesa di S. Antonio di Padova ha incassata una lapide in pietra che ci riconduce al 1530, anno in cui fu eretto il tempio grazie alle mani laboriose di Padre Ludovico Fossombrone.

Questo santuario è uno dei più importanti d’Italia, che durante le festività di Sant’Antonio di Padova, San Francesco d’Assisi e di Santa Chiara vede riunirsi un foltissimo numero di fedeli per pregare e festeggiare i Santi. Si dice che se il pellegrino visita la chiesa durante queste tre giornate avrà 40 anni e 300 giorni di indulgenze risolte che lo renderanno un uomo puro, libero da ogni peccato.

L’interno della chiesa è molto caratteristico. L’altare in legno risale al 1694 ed è stato realizzato da Bernardino da Massa. Sopra l’altare è posto il quadro che raffigura San Francesco con le stimmate.

Una parte della navata che è venerata dai fedeli è l’altare di S. Antonio di Padova che ha al di sopra il quadro che lo raffigura con il copricapo in testa, un giglio nella mano sinistra e un libro nell’altra.

Maggiori informazioni:
http://www.comune.apice.bn.it/?page_id=15

Visualizzazione ingrandita della mappa

Buon viaggio spirituale!

Commenti

Un commento in “Apice (Benevento) vi è un Santuario dedicato S. Antonio di Padova”
  1. Antonio scrive:

    per caso oggi 17/09/2014 ho avuto il piacere di visitare il convento di S Antonio ad Apice,luogo molto interessante e la fonte miracolosa di S Francesco,ho letto la storia,bellissima e prodigiosa,ma sono rimasto deluso e sconfortato dallo stato in cui è tenuto la grotta,io sono convinto che questo luogo meriterebbe molta piu’ attenzione da parte degli organi competenti,innanzitutto per il prestigio del Santo in questione e poi anche per rispetto ai turisti eventuali!

Lascia un commento...