13 - 12 - 2017

Eremo di Fratta Grande – Teramo



Nella frazione di Pretara, a Isola del Gran Sasso, lungo il corso del torrente Ruzzo si erge, appoggiato ad un banco roccioso, l’eremo di Fratta Grande di Pretara.

Esso ha un aspetto piuttosto modesto ed anonimo e non mostra il carattere sacro della costruzione.

Una semplice scalinata conduce all’ingresso del romitorio che si apre su uno dei lati corti. Si tratta di una modesta porta che immette in uno stretto corridoio, diviso in due tratti, attraverso il quale si raggiunge il luogo di culto.

A destra dell’ingresso due piccoli vani irregolari collegano con la zona presbiteriale, ed una piccola scalinata collega il primo piano al secondo.

La chiesa, di piccole dimensioni, ha una cappella sul fondo e due laterali, ognuna con proprio altare; in quella di destra si conserva la raffigurazione di San Francesco di Paola, di cui Frà Nicola era molto devoto tanto da cercare di imitarne la dura vita eremitica, mentre in quella di sinistra vi sono alloggiate statuette in terracotta alte circa 50 cm.

Sempre sul lato destro, vicino ad un armadio a vetro, una piccola porticina conduce all’ultimo ambiente, di forma triangolare, dove c’erano il chiostro e la piccola stanza in cui Frà Nicola trascorse gli ultimi anni della sua vita.

In una nicchia si conservano i resti di un organo a mantice, realizzato proprio dall’eremita.

Nel 1986, in occasione del centenario della morte del frate, il Comune di Isola del Gran Sasso ha posto sulla parete rocciosa vicino l’ingresso una lapide in ricordo dell’ultimo eremita della

Lascia un commento...