17 - 01 - 2017

Santuario dei SS. Cosma e Damiano – Eboli (Salerno)



Il Santuario dei SS. Cosma e Damiano fu costruito verso l’anno 1000 da una colonia di origine greca che si insediò a Eboli e vi portò il culto dei propri Santi.

Questa chiesa, che fu distrutta nel 1164, fu poi ricostruita sugli stessi ruderi ma dedicata a San Sebastiano.

Solo nel 1771 il culto verso i Santi Medici riprese vigore, sorse così la chiesetta in stile barocco, dove i Santi sono stati onorati per oltre un secolo e mezzo, fino al 1957, anno in cui fu aperto al culto il nuovo santuario. L’edificio è a una sola navata e ha le pareti laterali, l’abside e l’arco maggiore ricoperte da mosaici.

Lungo le pareti e nell’abside vi sono grandi finestroni decorati che rappresentano la vita dei Santi Martiri. Nel santuario si possono ammirare due tele, una raffigura una “Immacolata” di Giovanni Bernardo Lama del XVI secolo, l’altra una “Deposizione” di scuola siciliana del 1700.

Il 27 settembre di ogni anno, in occasione della ricorrenza della festa, la chiesa è meta di pellegrinaggi da parte dei fedeli che giungono anche da paesi limitrofi.

Ai due sdanti si rivolgono soprattutto coloro che chiedono la grazia per ottenere le guarigioni dei familiari ammalati e per questo, scalzi o addirittura in ginocchio, raggiungono il Santuario che è collocato alla sommità di una salita molto ripida.

Lascia un commento...