17 - 01 - 2017

Santuario S.Maria dei Martiri – Vietri sul Mare (Salerno)



A tre km da Salerno, situata alla base della penisola amalfitana dalla parte rivolta al golfo di Salerno, Vietri sul mare domina dall’alto la piccola valle di Bonea; il territorio congiunge la zona dei Monti Lattari con i Picentini.
Fondata dai Tirreni o dagli Etruschi come avamposto per i loro commerci, occupata poi dai Sanniti ed abitata dai Romani, le origini di Vietri sono riconducibili a quelle dell’antica Marcina, città etrusca che probabilmente si estendeva sul territorio di Marina fino a Vietri ed era rinomata per la sua ricchezza, per il culto delle arti e per il suo florido commecio marittimo e terrestre. Distrutta dalle invasioni di Genserico nel 455 d.C. o probabilmente da alluvioni o maremoti, i marcinesi iniziarono a spostarsi verso l’attuale Cava dei Tirreni, ma molti di essi si stabilirono nella zona del Monte San Liberatore, costituendo una comunità intorno alla chiesa di S. Giovanni Battista, l’attuale centro abitativo di Vietri sul mare. Con il passare del tempo la città fu esposta anche alle invasioni dei Saraceni, che si erano stabiliti vicino al porto di Fuenti.
Alcuni ritrovamenti recenti hanno rivelato la presenza di tombe con struttura ceramica di stile corinzio, una struttura termale romana a Marina ed un “murus reticolatum” romano.
Vietri fu inoltre un centro ceramico attivo fin dal ‘500 ed ancora oggi esso costituisce un’importante attività economica, caratterizzata da un artigianato fantasioso e multicolore.

Lascia un commento...