17 - 12 - 2017

Santuario Madonna dell’Auricola – Amaseno (Frosinone)



Santuario Madonna dell'Auricola - Amaseno (Frosinone)

Santuario Madonna dell'Auricola - Amaseno (Frosinone)

Il Santuario di Santa Maria dell’Auricola è situato sulla cima del colle omonimo, a poca distanza dall’abitato di Amaseno.

Si ritiene, sulla base di alcuni reperti rinvenuti nel 1896, che la data della sua fondazione possa collocarsi intorno ai primi anni del XIII secolo, presumibilmente dai monaci benedettini. Dalla documentazione si evince che nel 1585 l’Abbazia decade al rango di Giuspatronato semplice di Casa Colonna officiato da un Cappellano.

Nel 1801, soppressa la cappellania, la chiesa e le sue rendite vengono concesse al seminario di Ferentino. Nel 1893 i Mons. Diomede e Agabito Panici ne acquisiscono la proprietà e vi insediano i Padri Francescani Recolletti della provincia di Sassonia in Germania. Tre anni dopo, nel 1896 iniziano i lavori di ricostruzione, l’antica Abbazia viene incorporata nella nuova struttura e viene edificato il piccolo convento. Dopo alterne vicende, che vedono alternarsi diversi altri ordini religiosi alla cura del santuario, la proprietà e gestione passa finalmente alla Curia di Ferentino. La chiesa, in stile tardo romanico è a pianta rettangolare.

L’interno contiene numerose opere di interesse storico e artistico, tra le quali si distingue la venerata immagine “taumaturgica” posta sull’altare maggiore della Vergine in Trono detta “Del Perpetuo Soccorso”, ritenuta di scuola napoletana del XV secolo, tradizionalmente donata dalla regina Giovanna II di Napoli. La festa si celebra la seconda domenica di Luglio.

[mappress mapid=”1164″]

Maggiori informazioni

 

Commenti

2 commenti in “Santuario Madonna dell’Auricola – Amaseno (Frosinone)”
  1. zingo scrive:

    Preghiamo con te

  2. antonella scrive:

    carissimi mi piacerebbe ricevere dei libretti di preghiere mi farebbero felice del vostro santuario e se potete pregare per noi che ne abbiamo bisogno vi ringrazio e vi abbraccio calorosamente da antonella

Lascia un commento...