16 - 01 - 2017

Santuario Santa Maria Selva della Rocca – Apricena (Foggia)



Seguendo l’antica strada che da Apricena conduce a Sannicandro Garganico, vi è una mulattiera che percorre un territorio chiamato Valle Scura, disseminato da grotte artificiali, che porta al Santuario Santa Maria Selva della Rocca.

La chiesa fu probabilmente edificata tra il VIII e il IX secolo ad opera dei monaci benedettini di San Vincenzo al Volturno insediatisi ad Apicena. La primitiva cappella fu edificata dai monaci con aggregate delle piccole costruzioni per il ricovero dei monaci stessi.

Nell’XI secolo i Cavalieri Teutonici di Barletta ristrutturano la chiesa, costruiscono un hospitale e dedicano la chiesa al culto Mariano. La chiesa, con pianta a croce latina, è ad unica navata absidata.

Fino agli inizi del 900, il santuario era ancora meta di pellegrinaggio da parte degli apricenesi, molto devoti alla Madonna.

Allo stato attuale l’edificio è un rudere in completo stato di abbandono.

Lascia un commento...